22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 16:42:19

Cronaca

Ville da nababbo, evasori vip nel mirino


TARANTO – Ville da nababbo, dodici vip tarantini nel mirino della Guardia di Finanza. Sotto osservazione ville con piscina del valore di quialche milione di euro situate nelle aree più belle della provincia jonica: dalla valle d’Itria alle marine sia del versante occidentale che di quello orientale.

Tracciato un primo bilancio dell’operazione “Giardino Incantato” condotta dai finanzieri del Reparto Operativo Aeronavale di Bari, finalizzata all’individuazione ed al monitoraggio di immobili di particolare pregio. I finanzieri diretti dal colonnello Amedeo Antonucci hanno eseguito una lunga serie di interventi di natura economico-finanziaria, che ha portato ad individuare dall’alto 161 immobili di elevato valore, spesso situati in zone di difficile accesso e non visibili da terra, allo scopo di ricercare e contrastare fenomeni di evasione fiscale realizzati anche attraverso fittizie intestazioni degli immobili a persone diversi dall’effettivo proprietario, ovvero a società di comodo.

Le preliminari analisi dei dati acquisiti durante i controlli aerei hanno evidenziato grazie all’incrocio con le banche dati, numerose situazioni di significativo potenziale interesse. Si tratta di persone fisiche che dichiarano redditi apparentemente non coerenti con il valore dell’immobile effettivamente posseduto e con le spese di manutenzione anche delle relative pertinenze. Le posizioni sospette sono oggetto di approfondimento al comando provinciale di via Scoglio del Tonno.

Gli investigatori sono alla ricerca di ulteriori elementi di rilievo fiscale e reddituale per accertare la corrispondenza e la congruità rispetto alla effettiva capacità contributiva ed al tenore di vita manifestato, documentati anche dal valore degli immobili posseduti.

Sotto la lente d’ingrandimento ad esempio figurano un immobile di lusso di proprietà di una persona che aveva omesso di dichiarare compensi per oltre 3,5 milioni di euro ed evaso imposte per oltre 1,4 milioni di euro; una villa con piscina del valore di oltre un milione di euro, priva di permesso di costruire; una abitazione su due livelli di 755 metri quadrati con piscina e campo da tennis, in realtà accatastata come deposito attrezzi agricoli. Nel corso dei controlli sono già emersi anche 21 casi di abusivismo edilizio, che hanno portato a sequestri per quasi 80mila metri quadrati tra terreni, immobili e relative pertinenze, ed alla segnalazione all’autorità giudiziaria di 10 persone.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche