22 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 07:26:25

Cronaca News

Ex Ilva, si allunga l’attesa per la sentenza del Consiglio di Stato

Nessuna decisione sarebbe prevista fino a domani 4 giugno

Arcelor Mittal
Il Siderurgico di Taranto

Fra oggi 3 giugno e domani 4 non è prevista nessuna sentenza del Consiglio di Stato sullo spegnimento degli impianti del Siderurgico di Taranto.

La legge prevede il deposito della sentenza entro il termine di 45 giorni, termine da calcolare a partire dal 13 maggio scorso, giorno della discussione del ricorso di ArcerloMittal a cui si sono affiancati anche Ilva in amministrazione straordinaria, società proprietaria degli impianti e il Ministero per la Transizione ecologica.

Quindi, i giudici di Palazzo Spada hanno tempo fino al 27 giugno per decidere se confermare oppure ribaltare la sentenza emessa il 13 febbraio scorso dal Tar di Lecce che ha disposto lo spegnimento dell’area a caldo dello stabilimento, ritenuta fonte di inquinamento. confermando la legittimità dell’ordinanza del sindaco Rinaldo Melucci.

Lo scorso marzo, i giudici del Consiglio di Stato hanno concesso la sospensiva ad ArcelorMittal (non era ancora stata costituita la società Acciaierie d’Italia) riservandosi la decisione di merito e fissato l’udienza a maggio. Ora si attende che pronuncino l’ultima parola.  Dopo quella del processo “Ambiente Svenduto” sarà la seconda sentenza decisiva per il futuro dell’industria siderurgica tarantina e per l’avvio di un possibile nuovo corso finalizzato a rendere la produzione di acciaio sostenibile per la salute e per l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche