19 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Giugno 2021 alle 18:23:13

Cronaca

Forza un posto di blocco, spericolato inseguimento nel Borgo antico

Arrestato un 25enne per resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente


Forza posto di blocco della polizia: arrestato dopo un inseguimento per i vicoli della città vecchia.

Gli agenti del Commissariato Borgo e della Squadra Volante nella mattinata di ieri hanno arrestato il venticinquenne grottagliese Luciano Pugliese, per resistenza a pubblico ufficiale, false dichiarazioni sull’identità personale e per guida senza patente.

Intorno alle 9 di ieri, gli agenti del Commissariato Borgo impegnati in un posto di blocco in piazza Fontana hanno intimato l’alt ad una Opel Astra station wagon con a bordo un giovane.

Il conducente ha forzato il posto di controllo e, a forte velocità, ha imboccato corso Vittorio Emanuele. Gli agenti diretti dal dottor Francesco Salmeri si sono posti immediatamente all inseguimento, del fuggitivo, che ha terminato la sua corsa andando a sbattere con la macchina contro un muretto che costeggia la carreggiata, all’altezza di vico Seminario. Sceso dalla sua Opel, il ragazzo ha continuato la sua fuga a piedi nei vicoli del borgo antico ma è stato subito acciuffato, in vico Pentite, da un agente di un equipaggio della Squadra Volante intervenuto nel frattempo sul posto.

Dopo i primi e vani tentativi di divincolarsi, Luciano Pugliese è stato bloccato e condotto negli uffici della questura di via Palatucci. Nonostante inizialmente il giovane abbia fornito false generalità , gli agenti dagli accertamenti effettuati attraverso la banca dati hanno accertato la sua vera identità, scoprendo tra l’altro che il venticinquenne residente nella cittadina delle ceramiche era anche privo di patente di guida perché mai conseguita. Così, dopo le formalità di rito, il giovane sottoposto attualmente all’affidamento ai servizi sociali, è stato dichiarato in arresto e dopo le formalità di rito trasferito nella casa circondariale di largo Magli, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche