26 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Luglio 2021 alle 14:53:00

Cronaca

Vicino al ponte c’è la discarica

Il consigliere Dante Capriulo pubblica gli scatti della vergogna e su facebook si scatena il putiferio contro Comune e Amiu


TARANTO – Sabato sera, ore 22, via Pitagora, a due passi dal ponte Girevole. E’ bastata questa frase, corredata da un paio di foto per scatenerare il putiferio.
Quando il consigliere comunale Dante Capriulo (nella foto) ha pubblicato “gli scatti della vergogna” a commentare, sul suo profilo facebook, c’erano decine di tarantini.
In effetti, una discarica di simili proporzioni (una delle immagini “postate” da Capriulo, ndr) in pieno centro cittadino forse non la si era mai vista.
Anche per questo, la replica degli internauti non si è lasciata attendere.

 

“Il centro sta messo come gli altri quartieri. Così non possono dire che il Comune cura più il centro dei rioni periferici” è il primo commento all’iniziativa del consigliere che non perde tempo e replica “O si riorganizza l’Amiu, che costa circa 40 milioni di euro all’anno ai cittadini contribuenti o non c’è speranza. Bisogna avere il coraggio anche di scelte impopolari. Del tipo rifondare l’Amiu, mettendo al bando clientele e rendite consolidate”.
C’è chi apprezza il pensiero dell’ex assessore comunale al Bilancio “in questa città – scrive un’internauta – serve il coraggio di scelte difficili ma le uniche che potrebbero essere produttive di risultati. In caso contrario si produce quanto hai fotografato”. Alla discussione prende parte anche un residente della zona “abito nel palazzo moderno che fa angolo con corso Due Mari. Da tempo ormai conviviamo con questa situazione indecente. Non va meglio in via Roma, angolo corso Due Mari e sulla rampa Leonardo Da Vinci”. Come spesso avviene, parte dell’opinione pubblica si schiera contro i “cittadini incivili”.
“La città è decisamente da ripulire ma anche i tarantini, però, dovrebbero fare un po’ più d’attenzione. Anche da queste cose si vede l’amore per la nostra città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche