28 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Luglio 2021 alle 07:09:00

Cronaca News

Covid 19, «Puglia, attenti alla variante indiana»

foto di Michele Emiliano
Michele Emiliano

I contagi Covid sono in calo ma a spaventare la Puglia ora è la variante indiana o Delta. A lanciare l’allarme è stato lunedì il governatore Michele Emiliano: “Stiamo seguendo molto attentamente la variante Delta che è la variante indiana. La variante Delta ha ricominciato a fare contagiati in Inghilterra e c’è un focolaio a Brindisi che è stato strettamente monitorato, speriamo di aver individuato tutti i soggetti contagiati. La variante Delta ci preoccupa molto perché potrebbe essere meno sensibile ai vaccini e quindi potremmo non avere ad ottobre l’effetto favorevole dell’immunità di gregge”.

I casi accertati in Puglia sono 25, quasi tutti concentrati a Brindisi dove sono stati individuati due cluster. I laboratori anti Covid pugliesi e i dipartimenti di Prevenzione sono al lavoro per identificare quanto più rapidamente possibile eventuali altri casi e isolarli prima che la variante si propaghi come ha è accaduto con quella inglese. Ieri martedì 15 giugno in Puglia sono stati registrati 8053 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 169 casi positivi: 60 in provincia di Bari, 24 in provincia di Brindisi, 32 nella provincia Bat, 17 in provincia di Foggia, 7 in provincia di Lecce, 28 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.582.579 test. 234.546 sono i pazienti guariti. 11.311 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 252.449 così suddivisi: 94.996 nella Provincia di Bari; 25.531 nella Provincia di Bat; 19.645 nella Provincia di Brindisi; 45.055 nella Provincia di Foggia; 26.800 nella Provincia di Lecce; 39.252 nella Provincia di Taranto; 804 attribuiti a residenti fuori regione; 366 provincia di residenza non nota. Nelle ultime 24 ore non si è registrato alcun decesso, secondo fonte Asl. Sono 2.952.843 le dosi di vaccino anticovid somministrate in Puglia (dato aggiornato alle ore 17 di ieri dal Report del Governo nazionale. Le dosi sono il 95,4% di quelle consegnate dal Commissario nazionale per l’emergenza, 3.095.907). I prenotati delle classi 2006/2009 aperta domenica 13 sono arrivati ieri a 11mila. In Asl Taranto, la campagna vaccinale prosegue seguendo il cronoprogranma.

Lunedì è stata raggiunta la quota di 411.939 dosi totali somministrati: rispetto a questo dato, quasi 143mila utenti hanno completato il ciclo vaccinale. Nell’ambito di questi dati, si segnalano 997 dosi somministrate in ambulatorio a cura dei medici di medicina generale e 70 dosi a domicilio per pazienti fragili non deambulanti. Per quanto riguarda invece gli hub vaccinali, in mattinata stati somministrate quasi 3500 dosi di vaccino, così distribuite: a Taranto 546 presso lo Svam, 402 dosi presso l’Arsenale e 506 dosi al PalaRicciardi; 404 dosi a Martina Franca, 380 dosi a Grottaglie, 394 dosi a Manduria, 460 dosi a Massafra, 404 dosi presso l’hub di Ginosa.

Nel pomeriggio di lunedì sono state somministrate quasi 3mila dosi così distribuite: a Taranto, 149 dosi presso lo Svam, 283 dosi all’Arsenale e 228 presso l’hub PalaRicciardi, 616 seconde dosi presso Porte dello Jonio; 278 dosi a Martina Franca; 334 a Grottaglie; 356 dosi a Manduria, 307 a Massafra e 426 dosi a Ginosa. Oggi, intanto, via agli Esami di Maturità che la pandemia rende diversi da come li conoscevamo. “Non c’è ragazza o ragazzo che non colga l’importanza e la densità dei sentimenti che accompagnano questo momento: ansia, preoccupazione, ma anche voglia di portare a termine il percorso di studi, di dare testimonianza del proprio lavoro, dei risultati raggiunti. È così da quasi un secolo, ed è un giorno che – anche da adulti – rimarrà sempre nella memoria di chi lo ha vissuto. È per questo che voglio rivolgermi direttamente a voi, studentesse e studenti della nostra Scuola di Puglia, che in circa 40.000 vi apprestate a vivere la fatidica “maturità”! Già, “maturità”, una parola che secondo me si è fatta già strada nelle vostre giovani vite durante questa epoca davvero incredibile, segnata dal freno che il Covid ha dato alla vostra esuberanza, ai vostri viaggi anche di studio, agli incontri sportivi, alle riunioni, a quelle cose piccole e grandi del vostro presente e del vostro futuro.

Ebbene ragazzi, questa maturità, che avete conquistato sul campo in una partita davvero complicata come l’ultimo anno appena trascorso, oggi diventa per voi, con gli esami, l’occasione per esprimerla con forza e passione, con determinazione e consapevolezza. Il mio augurio è quindi di fare il meglio possibile, oggi e tutti i giorni che verranno, perché la “maturità”, quella che vi porterà ad essere uomini e donne, cittadini a cui affidiamo il destino del nostro Paese, è già nelle vostre mani”. È il messaggio che l’assessore all’Istruzione Sebastiano Leo rivolge agli studenti pugliesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche