24 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Gennaio 2021 alle 13:11:13

Cronaca

Nasconde droga in sala da pranzo, preso un 31enne

Nonostante fosse detenuto ai domiciliari nascondeva 90 grammi di hashish


GROTTAGLIE – Detenuto ai domiciliari nascondeva 90 grammi di hashish.

I carabinieri della stazione di Grottaglie hanno arrestato il trentunenne Ignazio Cicala. Decisivo l’utilizzo del cane Amos del Nucleo cinofili di Modugno. I servizi sono iniziati intorno alle 16, con una serie di controlli a tappeto. I militari dell’Arma hanno lavorato su diversi obiettivi e alle 19 hanno deciso di entrare in azione in casa di Cicala.

Dopo un servizio di appostamento hanno perquisito l’appartamento.

Il cane antidroga , un bellissimo esemplare di pastore tedesco, non appena ha guadagnato l’ingresso dell’abitazione ha indirizzato il suo conduttore nella sala da pranzo verso il tavolo posto al centro della stanza.

Vicino alle assi in legno che si usano per allungare il tavolo, ben nascosto tra le sbarre di scorrimento poste sotto la base, vi era un involucro in cellophane con all’interno 90 grammi di hashish che sono stati sequestrati e inviati al Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del comando provinciale per le analisi di rito.

Cicala è stato condotto nella casa circondariale di Taranto e dinanzi al magistrato inquirente dovrà rispondere di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente.

A Pulsano, invece, i carabinieri hanno arrestato un uomo che era evaso dai domiciliari per fare una passeggiata. Nella rete di controlli, tessuta dai militari della Compagnia di Manduria sul versante orientale della provincia jonica, è incappato un 39enne già noto alle forze dell’ordine.
Nonostante fosse sottoposto alla misura degli arresti domiciliari nella sua abitazione situata a Pulsano, non si è voluto negare un fuori programma.

Stanco delle mura domestiche ha deciso di uscire di casa e di andarsene in giro per le vie del paese, dove è stato immediatamente riconosciuto dai carabinieri dell’Aliquota Radiomobile impegnati in uno dei loro servizi di controllo del territorio.

Colto in flagranza di reato il trentanovenne pulsanese è stato dichiarato in arresto e, successivamente trasferito presso la casa circondariale di Taranto, su disposizione del magistrato di turno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche