23 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 16:09:36

Cronaca

L’assessore regionale Giannini: sull’aeroporto non torno indietro. “Per Grottaglie solo il cargo”

I tavoli tematici sulle infrastrutture collegate all’Arlotta


GROTTAGLIE – Si aprono oggi a Bari gli incontri tematici sul futuro dell’aeroporto Arlotta. Abbiamo ascoltato l’assessore regionale ai Trasporti Giovanni Giannini poco prima del confronto con i sindaci ionici.

Assessore, lei a Grottaglie giovedì scorso ha dichiarato che per l’aeroporto Arlotta il futuro è nel cargo e che possono essere attivati voli charter in estate. E’ quanto previsto nel nuovo piano di trasporti 20014/2020?
“Sì, questo è quanto prevede il piano regionale che sta per essere varato e ciò in sinergia con le strategie dal piano nazionale delle compagnie aeree. Un progetto che si inserisce in un contenitore più ampio che travalica i confini nazionali ed internazionali. La soluzione del cargo significa attirare compagnia e scambi con le aree del Nord Europa e le zone asiatiche, piuttosto che con il porto di Gioia Tauro”.


Le associazioni tarantine si ribellano e chiedono che dall’Arlotta partino anche i voli civili. Perchè no?
“Le associazioni rappresentano un territorio specifico, purtroppo noi dobbiamo guardare ad un territorio più complesso. I voli civili non sono inutili, ma quelli di linea vengono finanziati dal pubblico solo in caso di sostenibilità delle operazioni, altrimenti il carico grava sul bilancio pubblico. Oggi siamo in una situazione in cui le compagnie aeree non vengono perchè non hanno convenienza e non si può chiedere alla Regione di mettere mano alle casse pubbliche e permetterne la perdita”.

Il riferimento è ai due bandi che sono andati deserti?
“Sì. E comunque il rischio sarebbe di far decollare voli con pochi passeggeri a bordo”.

Ma la Camera di Commercio ha eseguito uno studio specifico che dimostrava come, invece, la richiesta esista tra Taranto e la vicina lucania.
“Non voglio commentare ed entrare in polemica con nessuno. Ma questo desiderio di vedere Grottaglie collegata con Roma o con Milano rischierebbe di essere pagato dai pugliesi. La Camera di Commercio ha fatto quello studio. E’ vero, ma vorrei ricordare che le decisioni circa la destinazione cargo sono state assunte all’unanimità dalla politica e da tutti, anche dai tarantini”.

Anche gli operatori turistici chiedono i voli di linea per poter accogliere meglio i propri clienti. Come fare?
“Per il turismo saranno garantiti i voli charter. Mi creda stiamo facendo uno sforzo notevole per promuovere quello scalo. Non so davvero come si fa a parlare di un’operazione oggettivamente di sviluppo come ad un segnale in negativo”.

Parlando di trasporto e di infrastrutture la mente va inevitabilmente alla Regionale 8. A che punto sono i tavoli per quest’altro progetto di sviluppo per l’area ionica?
“Stiamo lavorando. So che gli uffici stanno verificando le proposte ed accertandone la validità delle diverse componenti del progetto”.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche