27 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 12:48:00

Cronaca News

Ruba i soldi del salvadanaio di una bambina: incastrato

La piccola voleva comprare un regalo al fratello malato

La refurtiva recuperata dai Carabinieri
I risparmi della bambina recuperati dai Carabinieri

Una storia a lieto fine grazie all’intervento dei Carabinieri. A Statte, in provincia di Taranto, i militari hanno identificato il presunto ladro dei soldi di una bambina di 12 anni. La piccola aveva risparmiato il denaro per comprare un regalo al fratellino di 6 anni, gravemente malato.

Per circa un anno, giorno dopo giorno, la bambina ha riempito di monete il salvadanaio per mettere da parte la somma necessaria per l’acquisto del regalo. Nei giorni scorsi, poi, ha deciso di rompere il salvadanaio e, con gioia, ha scoperto di essere riuscita a mettere da parte circa 300 euro. Ha consegnato il gruzzolo al padre il quale si è recato in un supermercato della cittadina per cambiare le monete in banconote.

L’uomo, mentre si trovava all’interno dell’esercizio commerciale, in prossimità delle casse, con una busta contenente le monete, è stato derubato.

Da quanto accertato dai Carabinieri il presunto responsabile è un 68enne del posto, già noto alle forze dell’ordine.

I militari dell’Arma, infatti, hanno subito avviato le indagini e, anche grazie alla meticolosa osservazione dei filmati estrapolati dalle telecamere di videosorveglianza, hanno rapidamente  identificato il presunto autore del furto.

L’anziano, messo davanti all’evidenza degli elementi raccolti a suo carico, avrebbe ammesso le proprie responsabilità. E, forse pentito del gesto, ha consegnato la refurtiva agli stessi militari i quali lo hanno immediatamente restituito al padre della bambina, che potrà così realizzare il desiderio di acquistare un regalo per il proprio fratellino.

La famiglia, come segno di gratitudine nei confronti dei militari di Statte, ha fatto recapitare in caserma dei dolci ed un affettuoso biglietto di ringraziamento per aver risolto positivamente il caso e, soprattutto, per aver ridato alla bambina la gioia di poter comprare il regalo al fratellino.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche