05 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 05 Dicembre 2021 alle 11:58:00

Cronaca

Ilva, l’accusa dell’Europa. “Un fallimento per l’Italia”

Intanto Tagarelli risponde ai Riva


“Le autorità italiane hanno avuto molto tempo per garantire che le disposizione ambientali per l’Ilva di Taranto fossero rispettate. Quello dell’Ilva è un chiaro esempio del fallimento nell’adottare misure adeguate per proteggere la salute umana e l’ambiente”.

Parole durissime, quelle con cui il commissario Ue all’Ambiente Janez Potocnik ha ufficializzato l’apertura della procedura d’infrazione europea per l’Italia.

Contestazioni che “non si riferiscono all'azione del Governo” ha spiegato il ministro Orlando. Ma la sostanza rimane. E l’Italia rischia di pagare con una multa salatissima il caso Ilva e l’inquinamento che ammorba Taranto. 


“Leggeremo le carte che la Commissione ci manderà e naturalmente, dato che la questione ha l'attenzione prioritaria del Governo, risponderemo” ha detto il ministro per i rapporti con l’Ue Enzo Moavero. Questo mentre appare a rischio l'approdo del decreto Ilva, che avrebbe dovuto avere l'approvazione da parte del governo nel consiglio dei ministri di domani. Il decreto, che prevede anche il commissariamento delle controllate Ilva, avrebbe ricevuto infatti le critiche del Pdl, critiche e dubbi così pesanti da metterne in forse il varo. Gli uffici dei ministeri sono ancora al lavoro, si sta cercando di superare l'ostilità degli esponenti di centrodestra, ma serpeggia un certo pessimismo: il ministro Zanonato ha avuto un pesante battibecco con due parlamentari che gli chiedevano lumi.

Insomma, è plumbeo il cielo sull’Ilva, mentre si fa pesante lo scontro tra Riva Acciaio ed il custode giudiziario Tagarelli. Che stamattina in una lettera all’azienda ha chiarito come le somme di denaro sequestrare ai Riva “possano essere destinate all’amministrazione e alla gestione dei beni in sequestro”, smentendo di fatto quanto detto da Riva Acciaio, e spiegando che anche le somme elargite dalle banche al fondo unico di giustizia possono essere dirottate in tal senso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche