Cronaca

Antenna? C’è l’ok dell’Arpa

L'assessore all'urbanistica Francesco Cosa rassicura: "Si tratta di un impianto a bassa frequenza"


TARANTO – “Si tratta di un impianto a bassa frequenza della compagnia telefonica H3G, munito di regolare parere favorevole espresso dall’Arpa che attesta che l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici non è pericolosa e nociva per la salute e regolarmente provvisto della prevista Autorizzazione Comunale rilasciata da parte del Responsabile Unico delle antenne”. L’assessore all’Urbanistica Francesco Cosa rassicura tutti, circa l’installazione di una antenna telefonica in via Brigantini, a Lama (nella foto, dello studio R. Ingenito, il cantiere).


“Dopo la installazione e messa in funzione, l’Arpa misurerà le frequenze emesse – spiega Cosa – per verificare che siano quelle consentite dalla legge. E’ opportuno specificare che tali misurazioni, potranno essere eseguite, a richiesta dell’Amministrazione comunale, in qualsiasi momento”.
La protesta era partita ieri. A lanciare l’allarme è stato il consigliere comunale “indipendente” Gianni Liviano. “Continuare a favorire l’installazione di ripetitori per impianti di telecomunicazione mi pare assolutamente inopportuno e dannoso. Mentre l’intera città si mobilita allo scopo di ridurre le fonti di inquinamento – scrive il consigliere – l’Amministrazione comunale continua ad autorizzare l’installazione di ripetitori telefonici anche in suoli privati Da parte mia, insieme al costituendo comitato di cittadini, farò di tutto perché questo ripetitore non venga installato”. Il caso dell’antenna “fantasma” ha mobilitato anche la commissione Ambiente del Comune. “La pratica, per la sua valutazione – spiega il presidente Vincenzo Di Gregorio – non è passata in nessuna commissione tecnico-politica del Comune di Taranto ne tantomeno è stato richiesto parere alla commissione Ambiente. Ho già fatto richiesta di accesso agli atti per verificare lo stato autorizzativo e alla prima commissione utile, mercoledì o giovedì della prossima settimana, convocherò le parti”.
Sull’argomento si registra la dura presa di posizione del movimento Taranto Respira che esprime “sconcerto di fronte all’ennesima dimostrazione di scarsa attenzione dell’attuale Amministrazione nei confronti della salute dei propri cittadini. Solo nelle ultime ore, gli abitanti di Lama hanno appreso, esclusivamente da un cartello, della imminente installazione di una stazione radio base a ridosso dei popolosi palazzi di via Sciabelle, con potenziali campi magnetici e radiazioni a danno degli abitanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche