27 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Ottobre 2021 alle 18:58:00

Cronaca

Crisi di governo? Legnini e Boccia: è da scongiurare

Il direttore della Bcc San Marzano: "La due giorni è andata bene"


TARANTO – Lo spettro della crisi del governo Letta aleggiava stamattina sulla giornata di chiusura del settimo Taranto Finanza Forum.
Tra i relatori della tavola rotonda “Mediterraneo@Lavoro” il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giovanni Legnini (nella foto a destra) che, nel suo intervento, ha comunque voluto illustrare i provvedimenti adottati dal governo nazionale a favore del lavoro anticipando una novità e cioè il progetto di realizzazione della “macro regione jonico-adriatica” per puntare sui mercati del grande bacino del Mediterrano e quindi rilanciare il Sud.


Ma preoccupato per le conseguenze dell’ennesima crisi di governo è apparso anche Vincenzo Boccia, presidente della Piccola Industria che riconoscendo punti di merito al governo Letta ha chiaramente evidenziato che una nuova crisi non farebbe bene al paese ed ha rilanciato al governo la richiesta di un ulteriore sforzo per l’abbattimento dei costi del lavoro mirati anche verso la riduzione della global tax, che alle imprese italiane costa venti punti percentuali in più rispetto alle concorrenti tedesche.
Il settimo Taranto Finanza Forum si chiude dunque con l’auspicio che una nuova crisi a Palazzo Chigi non penalizzi il lavoro fatto finora. Legnini ha infatti ribadito che è necessario portare avanti il programma.
Della due giorni svoltasi all’Histò su iniziativa della Bcc San Marzano di San Giuseppe il direttore generale Emanuele Di Palma è soddisfatto. “Sia ieri che oggi – commenta – è andata molto bene soprattutto in termini di pubblico vista la massiccia presenza di giovani che hanno dimostrato grande volontà di apprendere e di formarsi. Nel parterre c’era anche la società civile del territorio e questo ci conforta sul fatto che questo evento sta raccogliendo tutti gli attori locali che vogliono avviare un’azione concreta di ripresa del territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche