Cronaca

Agricoltori in ginocchio. Distrutti capannoni. Danni anche ai vigneti

E' un bollettino di guerra


La Cia, Confederazione Italiana Agricoltori di Taranto, segnala la grave situazione che sta vivendo l’agricoltura ionica per via delle piogge torrenziali cadute in questi giorni.

“In particolare a Ginosa, Castellaneta, Laterza e nei comuni della zona orientale da San Giorgio ad Avetrana, molti ettari di ortaggi e vigneti da tavola e da vino, frutteti e agrumeti, sono stati completamente distrutti, danneggiati anche capannoni e abitazioni. Ricordiamo che alcuni territori di questi comuni erano stati già devastati dall’alluvione del 2003 e del 2011 e che molti imprenditori agricoli avevano già subìto gravi danni allora e ancora oggi, a distanza di anni, aspettano il ristoro dei danni subiti".

"La pioggia rende difficile anche la percorribilità delle strade rurali – dicono dalla Cia – e gli accessi nelle aziende a causa della presenza di fango e detriti trasportati dalla violenza dell’acqua. Naturalmente la nostra amarezza è quella di constatare che ad ogni calamità si ripete la stessa ed identica situazione: raccolta delle segnalazioni di danni, richiesta di riconoscimento della calamità atmosferica e successiva presentazione delle domande, dopodiché passano gli anni e le aziende non ricevono alcunché”.

Da Coldiretti, invece, parlano di “bollettino di guerra”. “In provincia di Taranto, con epicentro a Ginosa dove ci sono vittime e dispersi, la violenza delle acque ha spazzato via uliveti, campi coltivati ad ortaggi e vigneti, ha arrecato danni alle strutture, rimaste, tra l’altro, isolate perché sono saltati i collegamenti. Si tratta di eventi calamitosi di eccezionale gravità – dichiara il Presidente della Coldiretti Puglia, Gianni Cantele, che si unisce al cordoglio per le vittime dell’alluvione a Ginosa – che necessitano di risposte concrete quanto tempestive. Per queste ragioni abbiamo chiesto la declaratoria di stato di calamità naturale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche