19 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Giugno 2021 alle 18:23:13

Cronaca

In campo scendono squadre di fluviali e unità cinofile

I soccorritori non si arrendono. Le ricerche dei dispersi continuano


GINOSA – Maltempo killer, per le ricerche dei dispersi in campo trentasei vigili del fuoco arrivati da tutti i comandi provinciali della Puglia.

Sono impegnate squadre Saf fluviali e Tas specializzate nella ricerca di persone scomparse, ma anche nei più diversi scenari quali soccorso in ambiente acquatico, alluvioni, terremoti, frane, interventi in siti industriali a rischio elevato.

Da Lecce sono arrivate anche due unità cinofile.


L’area di ricerca è piuttosto vasta poiché si teme che la corrente di acqua e fango possa aver trascinato i dispersi a valle.
Oltre ai vigili del fuoco stanno lavorando carabinieri, polizia di Stato, guardia di finanza, corpo forestale e protezione civile. Nell’area colpita dal disastro sono state inviate altre due ambulanze del 118. Tra Ginosa, Castellaneta, Palagiano e Castellaneta operano già quattro presidi di pronto soccorso.

Uno dei corpi specializzati nelle ricerche è il Tas dei vigili del fuoco  che viene in impiegato nella quotidianità delle operazioni non solo per la ricerca di persone scomparse, ma anche nei più diversi scenari caratterizzati da incidenti.

Intanto il procuratore Franco Sebastio stamattina si è recato a Ginosa per effettuare un sopralluogo nel comune maggiormente colpito dall’alluvione.

Non è escluso che la magistratura possa aprire una inchiesta per accertare eventuali risvolti penali nell’ambito di una tragedia che allo stato ha una matrice ben precisa  e cioè l’alluvioneche tuttavia potrebbe non essere l’unica causa.

In queste ore oltre agli specialisti dei vigili del fuoco che stanno cercando, con le squadre Saf e Tas, l’ultimo disperso, il guardiano di un’azienda del posto, sono scesi in campo anche i tecnici che stanno riparando le linee elettriche e telefoniche danneggiate dal nubifragio.

Infatti in tutta l’area si stanno registrando grossi disagi per ciò che riguarda le comunicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche