22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 06:45:31

Cronaca

Amat, la rivolta del biglietto: “assurdo aumentare i prezzi”

L’adeguamento di dieci centesimi sul prezzo del ticket agita gli utenti che attaccano: i bus accumulano ritardi e saltano corse


"Assurdo aumentare il prezzo quando i bus fanno ritardo o saltano le corse”.

Dieci centesimi d’aumento su ogni singolo biglietto di corsa semplice. Il provvedimento decretato dalla Regione Puglia ha ripercussioni anche sui trasporti pubblici tarantini. Infatti, i viaggiatori dell’Amat molto presto si ritroveranno a pagare 1 euro, anziché  0,90 centesimi.

L’adeguamento dovrebbe entrare in vigore da lunedì 21 ottobre.


Dall’azienda, guidata dal presidente Walter Poggi, fanno sapere che il dirigente comunale alla Viabilità Michele Matichecchia, che fra l’altro ricopre anche l’incarico di Comandante della Polizia locale, ha già stilato la determina dirigenziale riguardante l’aumento del prezzo del biglietto. Allo stato attuale, però, manca la delibera di Giunta utile a dare attuazione al provvedimento.

Con tutta probabilità, l’Esecutivo, guidato dal sindaco Stefàno, procederà alla ratifica nella riunione di Giunta in programma giovedì prossimo. In ogni caso, per chi ha sottoscritto un abbonamento per il mese di ottobre, per utilizzare i mezzi dell’Amat, o per chi, magari, ha acquistato un carnet di biglietti, le tariffe attuali resteranno immutate sino alla fine di ottobre. Ma l’annuncio, riguardante l’aumento del costo dei ticket, ha già sollevato le prime proteste. Alla nostra redazione, continuano ad arrivare decine di chiamate di cittadini inviperiti.

Il sig. Giuseppe De Pasquale, ad esempio, abita a Paolo VI. Il suo rammarico, per l’incremento del costo dei biglietto dell’Amat, affonda le radici “nei continui ritardi dei bus. Lavoro in via Cesare Battisti, quindi utilizzo quotidianamente i bus dell’Amat per raggiungere il mio posto di lavoro. Ogni giorno – racconta – sono costretto ad aspettare interminabili minuti alla fermata. Ci sono autobus che saltano e altri che arrivano alle fermate con ritardi assurdi. Di certo non si tratta di un buon servizio. A fronte di tutto questo, ora, dovrò far fronte ad un aumento del prezzo del biglietto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche