21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Giugno 2021 alle 16:41:48

Cronaca

Agguato mortale a Pulsano, è caccia ai sicari. Le foto

Ieri sera alcuni malviventi hanno freddato il 50enne Martino Marangia


PULSANO – E’ caccia aperta ai sicari che, ieri sera, hanno freddato il  50enne Martino Marangia. In queste ore proseguono le perquisizioni dei carabinieri che hanno imboccato già una pista per dare un nome e un volto a chi ha premuto il grilletto più di dieci volte.

Nelle prossime ore sarà eseguita l’autopsia sul corpo dell’uomo ammazzato in contrada Rotondella.

L’uomo è stato ucciso ieri sera intorno alle 20 alla periferia di Pulsano in una strada che porta verso il mare. Sarebbe caduto in un vero e proprio agguato. Secondo una prima ricostruzione degli investigatori, l’uomo era in auto insieme alla sua compagna in via Fontanelle e stava probabilmente facendo rientro a casa quando da una strada vicinale, dietro un albero, gli hanno sparato ripetuti colpi di pistola uccidendolo.


Non si esclude che chi ha sparato sapesse che Marangia sarebbe passato da quel punto e quindi lo ha aspettato.

Durante la nottata trascorsa i carabinieri hanno eseguito diversi controlli e perquisizioni mettendo sotto pressione il mondo della mala locale alla ricerca di elementi utili.

Ci sarebbe una traccia sulla quale i militari starebbero lavorando. Al momento, però, non ci sono fermati. Utile, a fini della ricostruzione dell’identikit dell’omicida, si rivelerà anche la testimonianza della donna che era insieme a Marangia e che è stata la prima a dare l’allarme. Inutili i soccorsi del personale del 118. I sanitari, arrivati sul posto, hanno trovato l’uomo già morto a causa delle ferite plurime da arma da fuoco.

Marangia aveva un passato di piccoli reati contro il patrimonio e di recente aveva costituito un’impresa di lavori edili insieme a un socio.

E potrebbe essere proprio uno scontro per qualche lavoro la causa del delitto. Da poche settimane si è inoltre aperto in Tribunale un processo che vedeva proprio Marangia tra gli imputati per una rissa avvenuta ad agosto di tre anni fa a Pulsano. L’auto della vittima, crivellata di colpi, è stata posta sotto sequestro per essere analizzata alla ricerca di qualche indizio utile alle indagini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche