20 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Giugno 2021 alle 14:59:01

Cronaca

Siamo su “scherzi a parte”? Bus Amat in trappola

In via principe Amedeo regna la sosta selvaggia


Potrebbe sembrare uno scherzo. E, invece, è la triste realtà con la quale si scontrano ogni giorno i tarantini. Almeno quella parte che rispetta le regole, vittima dell’altro schieramento, quello dei furbetti, dei cultori del ‘ce me ne futt’ a mme’.

Succede nella centrale e trafficata via Principe Amedeo. Ieri mattina in orario di punta un bus dell’Amat (con i suoi passeggeri) è stato bloccato a più riprese da auto e camion parcheggiati (si fa per dire) non in doppia fila ma direttamente sul marciapiede.

E se sulla carreggiata la scena era quella di pullman fermo ad aspettare i comodi di chi doveva liberare il passaggio e, di fronte, sulla corsia opposta, auto anch’esse bloccate, in trepidante attesa, sul marciapiede si potevano catturare gli sguardi sbigottiti dei passanti.


Non a caso la chiamano sosta selvaggia; sembra di essere finiti nel bel mezzo di una giungla.  Poteva andare peggio. Come? Se fosse stata una di quelle vie percorse dai cordoli: sarebbe stata la paralisi totale.

Tornando alla sequenza del bus in trappola, superato il primo ostacolo (nella fattispecie un camioncino bianco), neanche il tempo di percorrere un isolato che eccoti sbucare il secondo impedimento che questa volta ha le sembianze di una vistosa auto grigia. Incredibile, ma vero, anche questa parcheggiata in tutta tranquillità sopra il marciapiede sottratto così ai pedoni. Che dire del povero autista dell’Amat che si è trovato a gestire la situazione? Avrà pensato di trovarsi su scherzi a parte. Vittima in realtà lo è stato, ma del menefreghismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche