26 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 26 Novembre 2020 alle 12:41:42

Cronaca

“Ospedale, tempi più lunghi”. La Asl rompe il silenzio e dice la sua

In un comunicato scritto in “burocratese” sottolinea che il Piano è solo una ipotesi


TARANTO – In merito alle polemiche sul nuovo ospedale di Taranto, dalla Asl riceviamo e pubblichiamo.

“Il piano triennale dei lavori pubblici dell’Asl di Taranto è stato redatto in conformità a quanto previsto dall’art.  128 comma 1 del D. Lgs. 163/06, il quale stabilisce che l’attività di realizzazione di lavori “di singolo importo superiore a 100.000 euro si svolge sulla base di un programma triennale e dei suoi aggiornamenti annuali che le amministrazioni aggiudicatrici predispongono e approvano, nel rispetto dei documenti programmatori, già previsti dalla normativa vigente, e dalla normativa urbanistica, unitamente all’elenco dei lavori da realizzare nell’anno stesso”.


All’interno del programma triennale dei lavori pubblici si inseriscono sia gli interventi finanziati ed avviati, e pertanto in fase di completamento, che tutti gli altri interventi candidati a finanziamento ed il cui inserimento all’interno di detto programma risulta propedeutico per la sua successiva realizzazione.

In particolare, il programma triennale dei lavori pubblici riporta le quote di finanziamento che si ipotizza di impegnare e liquidare nel corso del triennio di programmazione. Con riferimento alla realizzazione del nuovo ospedale “San Cataldo” di Taranto, si evidenzia che l’importo di 45.000.000,00 euro, inserito nel suddetto piano triennale, altro non è che una previsione delle spese che si impegneranno nel corso del prossimo triennio per far fronte alla liquidazione degli importi relativi alle fasi dell’intervento che si svolgeranno fino al 2016, con la consapevolezza che la complessità dell’opera prevederà tempi più lunghi per la sua realizzazione.

Comunque, in merito al finanziamento dell’intervento, si conferma che, con atto deliberativo del 03 agosto 2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 266 del 14.11.2012, il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (C.I.P.E.) ha già finanziato l’opera approvando la programmazione delle risorse residue del FSC 2000-2006 e 2007-2013 relative alla Regione Puglia e pari ad 1.334,9 milioni di euro. All’interno di detto importo rientra infatti la somma complessiva di 207.500.000,00 euro,  di cui 150.000.000 euro stanziati dal Cipe ed 57.500.000,00 euro con fondi regionali, destinata alla realizzazione del nuovo Stabilimento Ospedaliero tarantino”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche