18 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Giugno 2021 alle 17:16:45

Cronaca

Ruba al padre di un carabiniere e viene arrestato

Beccato all'interno di un appartamento che tentava di svaligiare


SAVA – E’ stato preso mentre rubava in casa del padre di un carabiniere.

Ennesimo arresto dei militari dell’Arma impegnati sul territorio nell’incessante attività di contrasto ai reati predatori come furti, scippi e rapine.

A Sava, nei giorni scorsi un appuntato dei Carabinieri ha sorpreso un ladro all’interno dell’abitazione dell’anziano padre. Si tratta del ventisettenne  Donato Cordasco che  aveva il volto coperto da passamontagna ed era “armato” di cacciavite. Il malvivente  mentre rovistava all’interno di alcuni cassetti di un mobile della stanza da letto, con l’intento di portar via oggetti di valore è stato sorpreso dal militare il quale ha  subito chiesto telefonicamente l’intervento dei suoi colleghi della stazione di Sava.


I carabinieri sono piombati sul posto  hanno bloccato Cordasco e lo hanno  condotto  in caserma. Dopo le formalità di rito il ventisettenne è stato dichiarato in arresto.

Il malfattore si era appostato nei pressi dell’abitazione e, dopo aver avuto la certezza  che l’anziano proprietario si era allontanato, si era arrampicato sul muro di cinta fino a raggiungere il terrazzo, per poi scendere nel giardino retrostante e introdursi in casa attraverso la porta finestra lasciata aperta.

Cordasco dopo una sosta nella caserma di sava è stato trasferito nella casa circondariale di Taranto .  Successivamente è stato condotto all’udienza in Tribunale celebrata con rito direttissimo, è sottoposto agli arresti domiciliari.Il giovane che risiede a Sava, già lo scorso anno, in seguito ad una perquisizione domiciliare eseguita dai carabinieri della locale stazione, era stato trovato in possesso di un televisore e un aspirapolvere rubati. Nella circostanza era stato denunciato in stato di libertà.

Per quel primo reato il procedimento penale è tutt’ora in corso. Dopo l’aumento dei furti e delle rapine nel capoluogo e nei centri della provincia  le forze dell’ordine hanno intensificato i controlli anticrimine. Intanto nelle ultime ore i  carabinieri della stazione di Taranto Centro hanno arrestato un  50enne tarantino, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal  Tribunale di Sorveglianza. L’uomo è stato condotto nella  casa circondariale dovendo scontare cinque anni e undici mesi di reclusione per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari della caserma di Torricella hanno, invece, arrestato un 20enne. Il giovane, già sottoposto agli arresti domiciliari, è stato trasferito nella casa circondariale dovendo espiare la pena di quattro anni e quattro mesi di reclusione per ricettazione, estorsione e violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche