22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 20:15:26

Cronaca

Gli svaligiano la casa durante i funerali del padre

Identificato il ricettatore. E’ il portiere del palazzo in cui abita la vittima


Va al funerale del padre e i ladri le svaligiano la casa. Nel giro di pochi giorni la polizia è rusciuta a risolvere il caso denunciando a piede libero il ricettatore che, tra l’altro, sarebbe il portiere dello stabile in cui abita la vittima.

Le indagini sono state avviate dagli agenti del Commissariato Borgo dopo la denuncia presentata dalla donna la quale ha riferito di aver subito un furto in casa, durante il funerale del padre, lo scorso 10 ottobre.

Gli investigatori diretti dal dottor Francesco Salmeri hanno subito accertato che alcuni giorni prima della scomparsa del genitore, la donna  aveva smarrito le chiavi di casa all’interno dell’androne del palazzo.


Pertanto i primi sospetti si sono indirizzati verso il custode del palazzo che aveva più volte negato di aver ritrovato il mazzo di chiavi. Inoltre la vittima aveva presentato anche una dettagliata descrizione della refurtiva supportata anche dalla foto di un bracciale di famiglia.

Sulla scorta di tutti gli elementi investigativi gli agenti sono riusciti a rinvenire il prezioso bracciale in una delle tante rivendite autorizzate di compro-oro situate nel capoluogo Jonico. Il titolare dell’esercizio commerciale, come impone la normativa, aveva annotato la compravendita del monile sull’apposito registro che risultava essere stato venduto proprio dal custode dello stabile il giorno immediatamente successivo al furto nell’appartamento.

L’uomo è stato quindi ritracciato grazie a elementi di colpevolezza segnalato all’autorità giudiziaria per ricettazione.E’ la terza denuncia della polizia in pochi giorni per furti in abitazione del centro. Infatti  nella tarda mattinata di mercoledì erano stati gli agenti della “Sezione Falchi” della squadra Mobile a denunciare un 25enne.

Il giovane era stato fermato per un controllo in via Lago di Monticchio. Successivamente nel corso di  una perquisizione all’interno di un appartamento di proprietà di un parente avevano rinvenuto numerosi monili d’oro due dei quali rubati in una abitazione  il 12 ottobre scorso. Gli agenti del Commissariato “Borgo”, al termine di attività di indagine, hanno invece denunciato in stato di libertà una donna di 41 anni, di nazionalità rumena, per furto in abitazione.Le indagini hanno preso spunto dalla denuncia presentata dalla figlia di una anziana, la quale nei primi giorni del mese in corso si era accorta che erano spariti monili in oro e  pezzi di argenteria, custoditi in un mobile della camera da letto.

Nutrendo sospetti sulla badante dell’anziana madre la donna ha visionato le immagini dell’impianto di videosorveglianza di cui è dotato l’appartamento. Le riprese hanno incastrato la giovane rumena, giunta in quella casa in sostituzione temporanea  di una sua connazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche