24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Giugno 2021 alle 20:01:57

Cronaca

Pugni e schiaffi per rubargli la moto. Due arresti

Protagonisti due giovani massafresi in pieno centro a Palagiano


PALAGIANO – Picchiano un minorenne e gli portano via la moto.

I carabinieri della stazione di Palagiano sabato scorso hanno arrestato, per rapina, il ventiseienne Filippo Briga e il ventenne Adriano Caragnano, entrambi di Massafra e già noti alle forze dell’ordine.

I due, nella tarda serata di sabato, mentre si trovavano a Palagiano, hanno preso di mira un minorenne che, a bordo del suo ciclomotore,  era ferma a conversare con alcuni amici in una via del centro.


In particolare i giovani, con fare minaccioso, hanno avanzato nei confronti del ragazzo la pretesa di utilizzare il suo scooter per fare una giro ma, alla risposta negativa della vittima, Caragnano lo ha colpito con schiaffi e pugni, impossessandosi del ciclomotore a bordo del quale poi si è allontanato.

Sul posto è rimasto invece Briga al quale il minore, sperando in un ravvedimento, ha chiesto che lo scooter gli venisse restituito ma, per tutto risposta, quest’ultimo lo ha preso a schiaffi e gli ha intimato di tornarsene a casa a piedi.

A quel punto l’adolescente, non nutrendo più speranze nella restituzione del suo ciclomotore, ha telefonato alla centrale operativa dell’Arma e  di lì a poco è giunta sul posto una pattuglia di carabinieri della locale stazione che, insieme alla vittima, ha rintracciato i due presunti rapinatori  per le strade di Palagiano. Non avevano però il ciclomotore che, come è stati successivamente accertato dai militari, era stato già nascosto in una via secondaria dell’abitato.

A questo punto i ragazzi, vistisi scoperti, hanno deciso di collaborare con i carabinieri, anche per alleggerire la propria posizione, svelando il luogo dove avevano nascosto lo scooter che è stato recuperato e restituito al proprietario.

Briga e Caragnano sono stati dichiarati in arresto e, dopo le formalità di rito, condotti nella casa circondariale di Taranto a disposizione del magistrato di turno.

Le forze dell’ordine stanno intensificando i controlli anticrimine soprattutto nei fine settimana , tra il capoluogo jonico e i centri della  provincia dove, purtroppo, da un pezzo viene segnalata una escalation di reati predatori come rapine, furti e scippi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche