16 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Giugno 2021 alle 10:30:59

Cronaca

Tentano di rubare fili elettrici in una azienda dismessa. Un arresto

Tempestivo l'intervento di una guardia giurata e dei Carabinieri


I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Massafra hanno arrestato, per tentato furto aggravato, un 19enne originario della Provincia di Bari, incensurato.

Nel pomeriggio di lunedì 21 ottobre, il ragazzo, insieme ad un complice, si era introdotto all’interno di una azienda di Massafra, attualmente inattiva e sottoposta a procedura fallimentare. I due, muniti di una serie di attrezzi (martelli, chiavi di vario genere, cacciavite, tenaglia, palanchino, seghetto per metalli, torcia elettrica ed altro), hanno smontato diversi rubinetti dai bagni dell’edificio nonché alcuni metri di cavi elettrici contenenti il prezioso rame.

Nel frattempo, è giunta sul posto una guardia giurata che, durante l’ispezione di routine, ha notato che la porta d’accesso ai locali era stata forzata. Quindi ha sorpreso i due giovani intenti a “lavorare” su un quadro elettrico per impossessarsi di altri cavi, oltre a quelli già divelti. Contemporaneamente la Centrale Operativa dei Carabinieri, allertata dal vigilante, ha inviato una pattuglia sul posto, che è riuscita a bloccare uno dei due giovani con la collaborazione della guardia giurata, mentre il complice è riuscito a dileguarsi nelle campagne circostanti, facendo perdere le proprie tracce.

Il giovane bloccato è stato arrestato e successivamente condotto presso la Casa Circondariale di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche