14 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Giugno 2021 alle 08:14:58

Cronaca

Odissea per un esame all’Asl. I numeri della vergogna

Diciotto mesi per una mammografia e quasi cinquecento giorni per effettuare una elettromiografia


TARANTO – Più di cinquecento giorni per effettuare una mammografia. Tanto devono attendere le donne tarantine per sottoporsi all’esame specifico in una delle strutture pubbliche sparse per la provincia ionica. I dati, messi a nostra disposizione da Cittadinanzattiva e dal Tribunale per i Diritti del Malato, sono clamorosi: effettuare un esame o prendere in considerazione l’idea di effettuare un intervento in una struttura pubblica, sembra davvero utopia per gli utenti dell’Asl di Taranto.


Ma vediamo un po’ di numeri, che abbiamo cercato di riassumere nella tabella che riportiamo in questa stessa pagina. Chi volesse provare a prenotare una Tac al cranio, con liquido di contrasto, riceverebbe in risposta: giugno 2014, ovvero, circa 240 giorni.

Per quanto riguarda l’esame cosiddetto “Total body” ci sarebbe da aspettare non meno di 120 giorni, fino a febbraio 2014, e raggiungere Martina Franca.

La mammografia, come detto, sfugge ad ogni controllo. Per effettuarla al “centro donna” del Padiglione Vinci è necessario attendere fino all’aprile del 2015 (545 giorni). Le prime date utili portano in provincia anche per quanto concerne le risonanze magnetiche. Si tratta di esami di radiologia semplice (come ecografie o radiografie al torace) che non è più possibile effettuare all’ospedale Ss. Annunziata. Per la risonanza all’encefalo, dunque, bisogna spostarsi a Martina Franca: prima data disponibile a maggio (210 giorni circa). La risonanza magnetica scheletrica, invece, può essere effettuata il prossimo gennaio (circa 90 giorni d’attesa) a Castellaneta. Per l’ecografia più “veloce” bisogna andare a San Marzano. Tempi d’attesa: 90 giorni, quindi a gennaio.

Non riesce a strappare il primato della mammografia ma ci va molto vicino, l’elettromiografia. Chi avesse la possibilità di aspettare fino a febbraio del 2015 (485 giorni) potrebbe effettuarla a Martina Franca. Attese inferiori, ma comunque estenuanti, quelle per l’Holter. A Castellaneta è possibile effettuarlo solo a maggio (210 giorni d’attesa). Così come il “test da sforzo”. Solo che, in questo caso, la lista è più lunga: agosto (quasi 300 giorni d’attesa).

Infine, per il comunissimo intervento di rimozione della cataratta, si prospettano attese anche di 15 mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche