13 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Giugno 2021 alle 08:02:35

Cronaca

Droga e furti, scatta il blitz

Arresto un giovane di 23 anni e denunciati in stato di libertà due pregiudicati


GROTTAGLIE – Negli ultimi giorni, una serie di specifici servizi di contrasto alla malavita locale, istituiti dal dirigente del Commissariato di Grottaglie, dottor Maruzzella, hanno permesso di trarre in arresto un giovane di 23 anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e denunciare in stato di libertà due pregiudicati locali autori di un furto.

Nel pomeriggio di ieri, infatti, al termine di una serie di servizi di appostamento, i poliziotti hanno fatto irruzione all’interno di un appartamento del centro, dove un giovane ventenne aveva stabilito la sua base per lo spaccio di hashish.


Al momento del controllo, il  23enne Giovanni Soldato, con precedenti specifici,  era intento a confezionare piccole dosi di sostanza stupefacente. Alla vista dei poliziotti lo spacciatore si è diretto verso il terrazzo del suo stabile disfacendosi di un involucro. Scena che non passava inosservata agli agenti, che dopo averlo bloccato sono riusciti a recuperare il pacchetto contente un panetto di hashish per un peso complessivo di circa 100 grammi che era stato lanciato dal giovane su un terrazzo attiguo.

La successiva perquisizione ha permesso ai poliziotti di recuperare all’interno dell’appartamento del fermato due bilancini di precisione e due coltelli ancora sporchi di hashish. Dopo quanto ritrovato il giovane è stato tratto in arresto e dopo le formalità di rito accompagnato in carcere a Taranto

Dopo alcune ore, poi, gli agenti hanno denunciato in stato di libertà per furto in concorso tra loro due pregiudicati grottagliesi  rispettivamente di 20 e 29 anni.

I due, già molto noti alle forze dell’ordine ed abituali consumatori di sostanze stupefacenti, hanno a  loro carico numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio, commessi soprattutto per procacciarsi il denaro necessario all’acquisto della droga.
Nel pomeriggio del 6 novembre i due giovani grottagliesi, furono fermati in quel  centro cittadino dai poliziotti che avevano notato il loro nervoso atteggiamento. Nel corso del controllo furono trovati con un computer portatile, sul  quale non furono in grado di fornire un plausibile spiegazione circa il suo possesso.

A seguito di una successiva denuncia da parte di avvocato grottagliese, gli agenti hanno accertato che i due fermati dopo essere stati ricevuti nello studio del legale, approfittando di un momento di distrazione del professionista erano riusciti  a portare via il computer portatile. Pertanto a conclusione degli accertamenti del caso i due giovani sono stati denunciati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche