20 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Settembre 2021 alle 17:50:00

Cronaca News

Hub vaccinali a Taranto, così cambiano gli orari per le somministrazioni

foto di Emergenza Coronavirus
Emergenza Coronavirus

Il Dipartimento di Prevenzione della Asl Taranto ha comunicato l’orario aggiornato di apertura degli hub vaccinali, relativi alla prossima settimana dal 30 agosto al 3 settembre. Nello specifico, gli hub di Manduria, Massafra e Ginosa sono aperti dalle 9 alle 16 nelle date del 30 agosto, 1-2 e 3 settembre: martedì 31 agosto, sono aperti dalle 9 alle 18. L’hub presso l’Arsenale è operativo da lunedì 30 agosto a venerdì 3 settembre, dalle 9 alle 18.

Gli hub di Martina Franca e Grottaglie resteranno chiusi il 31 agosto e il 2 settembre per razionalizzare gli accessi: i cittadini prenotati in queste date saranno contattati telefonicamente per concordare un nuovo appuntamento nelle date dell’1 o del 3 settembre. Nei restanti giorni, i due hub sono aperti dalle 9 alle 16. L’hub di Taranto Svam è aperto dalle 9 alle 16 nelle date del 30 agosto, 1 e 2 settembre; il 31 agosto dalle 9 alle 18; il 3 settembre chiude per temporanea indisponibilità della sede. Gli appuntamenti sono stati riprogrammati presso l’hub vaccinale dell’Arsenale Militare in via Di Palma, negli stessi orari. I cittadini prenotati che hanno fornito un recapito telefonico valido in fase di prenotazione riceveranno comunicazione telefonica della variazione di sede. Tutti gli hub di Taranto e provincia sono chiusi sabato 4 e domenica 5 settembre.

Per l’aggiornamento della campagna vaccinale in Asl Taranto, ad oggi sono state somministrate 727.040 dosi di vaccino in totale. Rispetto a questo dato, oltre 342 mila cittadini hanno completato il ciclo vaccinale. Per quanto riguarda le somministrazioni effettuate negli hub vaccinali del territorio ionico, il dato aggiornato a ieri mattina riporta quasi 2000 dosi di vaccino, così distribuite: a Taranto, 659 dosi in Arsenale e 123 presso la Svam, 219 a Martina Franca, 127 a Manduria, 116 a Ginosa, 578 a Grottaglie, 97 a Massafra. La campagna di vaccinazione per i giovani 12-18 anni procede anche oggi con accesso libero presso gli hub di Taranto Svam, Ginosa, Manduria e Massafra, operativi fino alle ore 16, e con ordinaria prenotazione dei posti a loro riservati negli hub dell’Arsenale Militare di Taranto, Grottaglie e Martina Franca. Si è svolto ieri l’Open Day serale di vaccinazione presso l’hub Porte dello Jonio, dalle 18 a mezzanotte in modalità drive through. I cittadini, a partire dai 12 anni compiuti in poi, hanno ricevuto liberamente la somministrazione del vaccino senza necessità di prenotazione e senza vincolo di età massima, fino a esaurimento della fornitura di dosi giornaliere.

Nuovi 302 casi di positività al Covid-19 sono stati rilevati in Puglia su 13.248 test (tasso di positività al 2,3% contro il 2,1% di ieri). I decessi sono invece tre. Sono 4.596 le persone attualmente positive, 235 quelle ricoverate in area non critica, 22 in terapia intensiva. I nuovi casi di positività sono così distribuiti: 41 in provincia di Bari, 76 nella Bat, 20 in provincia di Brindisi, 44 in provincia di Foggia, 83 nel Leccese, 33 nel Tarantino, 1 caso riguarda un residente fuori regione, 4 in province in via di definizione. “Io sono per il tampone gratis per coloro che non si possono vaccinare. Sono contrario al tampone pagato dallo Stato per chi non vuole vaccinarsi”. Così il presidente nazionale Associazione nazionale presidi Antonello Giannelli, ospite di Coffee Break su La 7, parlando della questione dei tamponi necessari a ottenere il Green pass per il personale della scuola non vaccinato.

“Ed è la ragione per la quale non abbiamo firmato il protocollo nel quale questa cosa non è chiarita, a nostro avviso, in modo sufficiente” aggiunge. In merito alle vaccinazioni nel mondo della scuola, Giannelli spiega: “sappiamo qual è il numero dei non vaccinati al 20 agosto, che è un numero consistente, ma non sappiamo quanti non sono vaccinati perché guariti, e quindi hanno il Green pass, o quelli che lo faranno da qui all’inizio delle lezioni. E’ onestamente molto difficile fare previsioni” Poi aggiunge: “Indubbiamente il mondo della scuola è abituato a chiamare supplenti in continuazione. Il Covid ha peggiorato la situazione”. Interpellato sull’obbligo vaccinale, Giannelli sottolinea: “Noi applichiamo la legge. In questo momento la legge parla di Green pass valido, non di obbligo vaccinale. All’inizio ero più morbido sull’idea dell’obbligo vaccinale, adesso sono anche io per l’obbligo per tutti quelli che hanno a che fare con il pubblico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche