30 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 30 Luglio 2021 alle 06:57:00

Cronaca

Marcegaglia, sarà sciopero: 4 ore di protesta

Al Mise si terrà un nuovo vertice dopo l’annunciata chiusura dell’azienda


Per protestare contro la decisione di Marcegaglia Builtech di chiudere lo stabilimento di Taranto e mettere in mobilità 134 dipendenti, Fim Fiom Uilm hanno proclamato una prima mobilitazione in ogni sito del gruppo con 4 ore di sciopero da tenersi nella giornata del 3 dicembre con modalità che saranno stabilite a livello di ogni singolo stabilimento.


Nell’incontro che si è svolto venerdì scorso a Roma al Ministero dello Sviluppo economico, l’azienda ha riconfermato la decisione di dismettere lo stabilimento di Taranto, sia per le attività fotovoltaiche sia per la produzione di pannelli per l’edilizia, e di non essere intenzionata a prendere in considerazione investimenti che diversifichino la sua attività industriale.

“Come organizzazioni sindacali – osservano Fim, Fiom e Uilm – oltre ad esprimere la nostra contrarietà rispetto alla decisione dell’azienda, abbiamo chiesto un impegno concreto rispetto alla continuità aziendale e alla completa salvaguardia occupazionale. Continuità che deve vedere come assoluta protagonista Marcegaglia sia per ricercare soluzioni industriali di continuità, sia per mettere a disposizione l’intera struttura produttiva con condizioni che favoriscano soluzioni adeguate”.

Un nuovo incontro tra le parti è stato programmato per il 3 dicembre, sempre presso il ministero dello Sviluppo economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche