Cronaca

Auto, telai e infissi: ecco i “furti della crisi”

In azione gli agenti della sezione Volanti


Si possono definire, davvero, i furti della crisi. Nella giornata di ieri, nel corso dei consueti servizi di controllo del territorio, gli agenti della sezione Volante, hanno denunciato una persona per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso e due fratelli per furto.

Nel primo pomeriggio i poliziotti, transitando nella borgata di Talsano, hanno sorpreso sul fatto un giovane di 19 anni, all’interno di una proprietà privata, non delimitata da alcuna recinzione, mentre era intento prelevare materiale ferroso lì depositato. Nel corso degli immediati controlli, gi agenti hanno reuoerato, a bordo di un Apecar in possesso del giovane fermato, numerosi tenaglie ed arnesi atti allo scasso. Pertanto lo stesso è stato denunciato all’autorità giudiziaria competente, gli attrezzi ritrovati sono stati debitamente sequestrati.


Nella notte, intorno alle  2, i poliziotti, coglievano sul fatto, due giovani, risultati poi essere fratelli, rispettivamente di anni 23 e 20 anni, mentre in viale Virgilio, avevano appena caricato degli infissi su un Apecar e erano impegnati a farlo ripartire a spinta.

Gli infissi trovati sul mezzo:  6 finestre e 3 telai di porte  tutte in alluminio, come accertato erano state appena asportate da un vicino edificio scolastico in disuso. Pertanto dopo quanto rinvenuto i due ragazzi sono stati denunciati in stato di libertà, il mezzo peraltro privo di targa e gli infissi rubati venivano posti sotto sequestro.

Storia diversa ma, alla stessa ora, un equipaggio della Polizia di Frontiera Presso lo scalo Marittimo, nel corso di un controllo ad un autovettura in via Porto Mercantile, identificava Tommaso Benedetto, originario della provincia di Matera, 35 anni, che da accertamenti risultava sottoposto agli arresti domiciliari ed evaso il giorno precedente. L’auto sulla quale viaggiava, una Ford Fiesta, è risultata essere stata rubata alcune ora prima nel suo paese d’origine. Pertanto – dopo quanto riscontrato – Benedetto, che tra l’altro aveva anche il divieto di ritorno nel capoluogo, è stato tratto in arresto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche