12 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Aprile 2021 alle 16:52:04

Cronaca

“I nomi dei Parlamentari pugliesi eletti in modo illegittimo”

Dopo la bocciatura del Porcellum da parte della Consulta, il Movimento 5 Stelle chiede elezioni subito


Il Movimento 5 Stelle non molla la presa e dopo la sentenza della Consulta prova a forzare i tempi indicando i nomi dei parlamentari pugliesi che sono entrati in carica per effetto del premio di maggioranza dichiarato illegittimo.

«Dario Ginefra, Gero Grassi, Alberto Losacco, Ivan Scalfarotto, Elisa Mariano, Colomba Mongiello del Partito Democratico. Donatella Duranti, Arcangelo Sannicandro di Sinistra, Ecologia e Libertà. E, infine, Pino Pisicchio del Centro Democratico. In totale sono 9 i deputati pugliesi che la bocciatura del premio di maggioranza del Porcellum, l’attuale sistema elettorale, mette fuori dall’Aula di Montecitorio».

E' quanto si legge nella nota diffusa dal Movimento 5 Stelle, nella quale si precisa che “Anche se la sentenza entrerà in vigore quando sarà pubblicata sulla Gazzetta ufficiale, presumibilmente verso la fine di gennaio  – ha dichiarato Piero Alberto Capotosti, presidente emerito della Corte costituzionale, che ha ricoperto tale ruolo nel 2005 – Il problema è serio: il giorno dopo la pubblicazione, i deputati che sono stati eletti grazie al premio di maggioranza diventeranno illegittimi. L’annullamento che pronuncia la Corte costituzionale ha, infatti, effetto retroattivo e vale dal giorno dell’entrata in vigore della legge dichiarata incostituzionale".


«La bocciatura della Consulta è lo specchio di oltre 20 anni di deprimente politica – dichiarano i deputati pugliesi del M5S Giuseppe D’Ambrosio, Giuseppe L’Abbate, Emanuele Scagliusi, Giuseppe Brescia, Francesco Cariello, Diego De Lorenzis ed i senatori Barbara Lezzi, Maurizio Buccarella, Daniela Donno e Lello Ciampolillo – L’Italia si trova in un black-out non solo morale, politico-amministrativo e legiferativo ma anche legale. Nulla segue oramai le regole, financo le supreme regole della Carta costituzionale! L’intero Parlamento è illegittimo e non resta che tornare al voto. Stiamo lottando da 9 mesi, giorno dopo giorno, per discutere finalmente la legge elettorale e il M5S è l'unico gruppo ad aver presentato una propria proposta di legge».

«La Finocchiaro (PD) al Senato, invece – proseguono -, con i suoi blitz è riuscita a non far concludere nulla, insabbiando il provvedimento dopo 27 inutili ed inconcludenti sedute! L’incapacità e l’inadeguatezza di questa maggioranza e di questo Governo sono lapalissiane oramai».

«Per quanto ci riguarda – concludono i parlamentari pugliesi del MoVimento 5 stelle – i 9 deputati abusivi possono tranquillamente dimettersi ora. Dal canto nostro auspichiamo che si vada quanto prima a nuove elezioni».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche