25 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Novembre 2020 alle 17:23:31

Cronaca

Volo di otto metri: muore operaio di Taranto nel Varesotto

La vittima, un tarantino di 44 anni, stava lavorando in un cantiere edile nella provincia di Varese


E’ precipitato dall’altezza di 8 metri cadendo da un’impalcatura in un cantiere edile a Ranco. Era tarantino l’operaio morto sul lavoro nella provincia di Varese.

L’uomo, 44 anni, stava lavorando nell’area di un palazzo in costruzione in via Manzoni, quando è precipitato dall’altezza del secondo piano. Sul posto è intervenuto il personale del 118 ma l’operaio è morto prima di raggiungere l’ospedale.

I carabinieri stanno conducendo i rilievi sul cantiere, per ricostruire la dinamica e accertare il rispetto delle norme sulla sicurezza. Secondo i primi accertamenti, l’incidente sarebbe stato provocato dalla rottura di un ponteggio.
 


L’operaio era Nicola De Carlo, originario di Taranto.

L’uomo è precipitato da un’altezza di circa otto metri. “Si tratta dell’ennesimo incidente che potrebbe essere dovuto alla mancanza di prevenzione – ha spiegato Salvatore Minardi, responsabile sicurezza della Cgil di Varese – è il quinto infortunio mortale in provincia di Varese nel 2013 e il territorio continua ad avere costi sociali e umani enormi”.
L’ennesima morte bianca. Sul luogo dell’infortunio sono arrivati anche i carabinieri per i rilievi del caso. I militari sono al lavoro per accertare eventuali responsabilità insieme agli ispettori del lavoro intervenuti per  capire  se siano state rispettate le norme per la sicurezza.
La salma rientrerà a Taranto e sarà restituita ai familiari, non appena l’autorità giudiziaria darà disposizioni al riguardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche