27 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 27 Novembre 2020 alle 11:41:49

Cronaca

Forconi in città? Era solo un falso allarme

Spunta un banchetto. Ma i manifestanti smentiscono: “Non c’entriamo niente col movimento che sta bloccando l’Italia”


Succede tutto nel corso di una mattinata. In piazza della Vittoria spunta un banchetto “L’Italia si ferma, Taranto si ferma, ci hanno accompagnato alla fame”. La data riportata sulle locandine il 9 dicembre. L’impronta quella che ormai tutto il Paese riconosce come quella del movimento dei Forconi. E l’equivoco è pronto. Loro però smentiscono.


“Siamo un movimento di cittadini e non c’entriamo nulla con i Forconi, nè con la politica. Vogliamo semplicemente manifestare il nostro disagio. Ci hanno ridotto in mutande. Siamo alla frutta” dicono con riferimento a banche e fisco. Un gruppo di una decina di persone che continuerà nell’opera di volantinaggio fino a stasera.

Intanto, i Forconi, quelli veri, arrivano. E bloccano la 106.

A prendere posizione è l’Adiconsum che esorta a non strumentalizzare il disagio sociale ed economico delle famiglie. “Ancora una volta – dichiara il presidente  dell’associazione dei consumatori – a pagare sono e saranno le famiglie. Le proteste dei Forconi si stanno scaricando sui consumatori stessi, provocando ulteriori disagi ed aumento dei prezzi. Il governo deve intervenire per impedire subito la strumentalizzazione del disagio economico e sociale delle famiglie – prosegue– Il blocco della circolazione delle merci, guarda caso proprio sotto Natale, può portare alla lievitazione dei prezzi di prodotti e dei carburanti, decisamente insopportabili per le famiglie.

Il Governo dopo anni ha chiuso con le Associazioni degli autotrasportatori un accordo dignitoso per entrambe le parti. Non si comprendono pertanto i blocchi stradali e le forme estreme di lotta che strumentalizzano il disagio sociale presente, se non con populismi che nulla hanno a che vedere col rispetto della democrazia nel Paese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche