Cronaca

Stefàno allerta Vendola: “Sono pronto a dimettermi”

Intanto, oggi, primo disimpegno del Sindaco dal cda di Distripark


C’è chi è pronto a scommetterci, e chi resta scettico. Anche se, in fondo, in fondo, sa bene che le dimissioni del Sindaco Ippazio Stefàno sono molto probabili.

Per spiegare quanto sta accadendo in questi giorni a Palazzo di Città bisogna fare un piccolo passo indietro.

Una decina di giorni fa, infatti, il primo cittadino è andato a Modena per un consulto medico. Quindi la notizia dell’operazione cui il Sindaco si è sottoposto un paio di giorni fa, sempre in Emilia.

L’intervento di Stefàno ha avuto ripercussioni anche in ambito amministrativo, visto che si è resa necessaria la nomina di un suo delegato. E’ stato l’assessore ai Lavori Pubblici Lucio Lonoce a ricevere l’incarico utile a rappresentare il sindaco nel periodo d’assenza. La sua delega scadrà domenica anche se, per Stefàno, si prospetta una lunga convalescenza, lontano da stress.

“Riposo assoluto” difficilmente conciliabile con la carica di sindaco, soprattutto di una città come Taranto.

Nel frattempo, in città, continuano a susseguirsi voci che danno per imminenti le dimissioni del sindaco. Secondo quanto raccontano i ben informati, le tracce di un prossimo disimpegno del primo cittadino porterebbero sino a Bari, per la precisione al presidente della Regione Nichi Vendola. Sarebbe stato lo stesso Stefàno a confessare al Governatore di Puglia l’intenzione di dimettersi.

Un annuncio, quello di Stefàno a Vendola, necessario a preparare la successione, bruciando sul tempo le altre forze politiche.

La decisione, se assunta nei prossimi giorni, potrebbe portare i tarantini al voto già nella prossima primavera, in concomitanza con le elezioni Europee.

Ad avvalorare ulteriormente la tesi c’è anche il disimpegno dal cda del Distripark. Oggi, infatti, il Consiglio d’Amministrazione della società consortile, si riunisce per decretare, tra le altre cose, la sostituzione del componente del Comune. A lasciare è proprio il sindaco Stefàno. Per ricoprire l’incarico è stato scelto il commercialista Raffaele Amodio.

In ogni caso, sottotraccia, c’è chi si starebbe preparando alle consultazioni elettorali che nel giro di cinque mesi potrebbero decretare il nuovo sindaco di Taranto. “Difficile riuscire a trovare tempo utile per primarie, bisogna muoversi subito”, si mormora nei circoli.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche