21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 09:30:12

Cronaca

Tributi, blitz per la Emmegi


TARANTO – Gestione dei tributi locali: c’è l’affidamento definitivo alla Emmegi. L’assegnazione dell’appalto era già stata anticipata il 31 dicembre a mezzo fax ma ora ci sarebbe anche la firma, in calce al provvedimento, da parte del dirigente alle Risorse Finanziarie Luigi Panunzio. “Ho telefonato al dirigente alle Risorse Finanziarie Luigi Panunzio ma mi ha detto che non sapeva nulla di questa storia – spiega Mario Stante, capogruppo del Mjl in Consiglio comunale.

Ho comunque trovato conferma presso l’ufficio Appalti e Contratti. Il Comune ha affidato definitivamente alla Emmegi la gestione dei tributi locali”. Il dirigente non ne sa nulla. Noi però siamo stati meno fortunati. Un vero giallo quello riguardante il suo telefono: probabilmente sarà caduto in mano di sconosciuti. Alla nostra chiamata (allo stesso numero digitato dal consigliere d’opposizione) dall’altro capo della cornetta ha risposto una persona che ha negato di essere “il dirigente Luigi Panunzio”. Cinque minuti più tardi (stesso numero, stessa procedura) “un Panunzio” ci risponde, peccato però che si tratta del figlio. Almeno così ci viene spiegato. C’eravamo quasi. Riproveremo. Anche perché i dubbi da sciogliere restano tanti. Si aspetta ad esempio ancora una risposta a quella interrogazione rivolta proprio da Stante al sindaco Stefàno. Per inciso, il consigliere del Mjl, sollevava la questione attinente un contenzioso tra la Emmegi ed il Comune di Taranto. Una questione tutt’altro che marginale visto che proprio un contenzioso (ma con il Comune di Oria) era stato alla base della revoca dell’affidamento provvisorio alla Soget. Tra le domande contenute in quell’interrogazione datata 5 ottobre 2011 e che oggi a gennaio del 2012 non trova ancora una replica ufficiale scavalcata nei fatti dall’assegnazione, una in particolare: “E’ intenzione di questa amministrazione costituirsi parte civile nel procedimento a carico della Emmegi srl?”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche