24 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Ottobre 2021 alle 10:28:00

Cronaca News

La charternight del Lions club Taranto Aragonese

Doppio appuntamento sabato sera al Park Hotel San Michele di Martina Franca

Francesca Donnaloia
Francesca Donnaloia presidente Lions Aragonese

Doppio appuntamento, questa sera, nel Park Hotel San Michele di Martina Franca per il Lions club Taranto Aragonese, presieduto da Francesca Donnaloia, che festeggia con la charternight il suo “compleanno”, alla presenza del vicegovernatore Lions Roberto Mastromattei, e per il Leo club Taranto Aragonese, il primo Leo club liceale della Puglia (e probabilmente non solo), che vede, alla presenza del presidente distrettuale Leo Michele Nolasco il passaggio delle consegne fra la presidente uscente Nicla Chialà e l’entrante Guglielmo Gigante, col contestuale ingresso di ben cinque nuovi soci.
Dopo un biennio di attività intensa ma in forma ridotta, causa pandemia (persino il passaggio delle consegne fra Angela Matera e Francesca Donnaloia è avvenuto in via telematica), con l’ausilio di vaccini e distanziamento, è ripresa l’attività in presenza.

Nell’anno sociale 21/22, che ha preso le mosse il 1° luglio, è stata effettuata una raccolta di generi alimentari per la mensa dei poveri della parrocchia di San Pio X ed è stata organizzata al Sun Bay una grande serata di cabaret con Ciro Giustiniani, di Made in Sud, con raccolta fondi a favore di Anffas – Associazione Dante Torraco onlus (presidente Marisa Torraco) e Abfo (presidente Fiorella Occhinegro), due importanti associazioni di solidarietà sociale a favore di disabili la prima, di persone nel bisogno (dai bambini di famiglie nel disagio ai senza tetto) la seconda. Sottoscritto anche il tradizionale assegno di studio per laureandi o neolaureati in discipline antichistiche che intendono partecipare al Convegno internazionale di studi sulla Magna Grecia, che si tiene in Taranto dal 1961.

Costante la partecipazione del club, con presenza di numerosi soci, in iniziative di altri sodalizi, come il concerto al tramonto del gemellato Lions club Castellaneta (presidente Alessio Mandrillo) o nella serata per Haiti dello storico Leo club Taranto (dal quale peraltro provengono un buon numero di soci ed oltre la metà dei presidenti dell’Aragonese), presieduto da Giuditta Colangelo, alla quale ha preso parte anche il Leo Aragonese, con raccolta di fondi devoluti alla Lcif per l’emergenza Haiti. Nel frattempo è in preparazione la tradizionale festa della birra, in collaborazione con Heineken-Dreher e con Masseria Francesca, con raccolta fondi per il Centro caritativo San Giuseppe di Addis Abeba.

Per quanto riguarda il Leo Aragonese, il 14 luglio è stato portato a compimento l’ultimo service dell’anno sociale precedente, con la consegna alla Caritas della parrocchia del Santissimo Crocifisso (con la quale Lions e Leo Aragonese hanno da tempo un rapporto di collaborazione) di 24 confezioni di generi alimentari che la parrocchia distribuirà alle sempre più numerose famiglie nel bisogno. I pacchi, con prodotti Granoro, facevano parte del service distrettuale Grant del Leo club, col sostegno della Lcif, la Fondazione del Lions International.

Il 30 agosto i ragazzi dei due Leo Club della città di Taranto, il Leo club Taranto ed il Leo club Taranto Aragonese, guidati dai rispettivi presidenti, hanno consegnato alla Croce rossa italiana di Taranto i kit di primo soccorso acquisiti con un programma nazionale dei Leo club d’Italia (Leo for safety & security).
Fondato nel maggio 2019, con la partecipazione del liceo scientifico Battaglini, il Leo Aragonese non è soltanto uno degli ancora troppo rari Leo alfa (dai 12 anni al compimento del 19°, equivalente dell’Interact nel mondo rotariano, che poi per i “giovani adulti”, dai 18 ai 30 anni, ha il Rotaract, al quale in un certo modo corrispondono i Leo club omega), ma è il primo Leo club del distretto (e forse d’Italia: non abbiamo notizia di altri) direttamente agganciato ad una scuola: un po’ come il Leo primigenio, che nasceva nel 1957 nel liceo Abington di Glenside.

A conferma che Taranto, dove nell’aprile 1978 nacque il primo Leo club dell’allora lunghissimo distretto Lions 108 A “Azzurro”, da Leuca alle foci del Po attraverso cinque Regioni, ha un ruolo pionieristico, storico, quasi, nel movimento Leo italiano. Il Battaglini ha creduto molto nell’iniziativa, tanto che l’advisor scolastico del Leo è in prima persona la dirigente scolastica Patrizia Arzeni. Alla presidenza si sono succeduti Vitamaria D’Alessio, Nicla Chialà ed ora Guglielmo Gigante. Entrano questa sera nel club cinque nuovi soci (quattro studenti di primo anno): Rebecca Annicchiarico, Federico De Martinis, Nicolai Peluso, Marcello Salomone e Lavinia Zaccaria.

Giuseppe Mazzarino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche