27 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Settembre 2021 alle 17:59:00

Cronaca

La città pronta ad accogliere mons. Santoro


TARANTO – La città pronta ad accogliere il nuovo arcivescovo. Mons. Filippo Santoro farà il suo ingresso ufficiale nella chiesa di Taranto giovedì. Oggi in arcivescovado la presentazione del programma. “La presa di possesso del nuovo arcivescovo avverrà in Concattedrale, alle 19, la vigilia dell’Epifania” ha fatto sapere il pro vicario generale dell’arcidiocesi, mons. Emanuele Tagliente. “Mons. Santoro farà il suo ingresso dal mare, secondo un’antica tradizione; sbarcherà al castello aragonese e, dopo il saluto del sindaco in piazza municipio, proseguirà per la basilica cattedrale per venerare le reliquie del santo patrono Cataldo.

Quindi, si recherà in concattedrale per la solenne concelebrazione eucaristica durante la quale si darà lettura della bolla pontificia e il nuovo Pastore prenderà possesso canonico della diocesi”. Giovedì ad annunciare l’evento le campane delle chiese suoneranno all’unisono. Alle 16 l’imbarco al molo del porto. Sull’imbarcazione della Marina e ricevuti i saluti del prefetto, mons. Santoro inizierà la traversata di mar Grande per sbarcare, alle 16,30, al canale navigabile. Rivolgerà la sua benedizione alla gente di mare. Alle 16.45 sarà Stefàno ad accoglierlo in piazza castello da dove partirà il corteo che, con 1.100 giovani, percorrerà via Duomo per raggiungere la Cattedrale. Per l’occasione sono state predisposte deviazioni al traffico in entrata e in uscita dalla città vecchia: dalle 14 alle 18 le auto verranno deviate sul Punta Penna. Percorrendo il lungomare l’arcivescovo raggiungerà la concattedrale dove, alle 19, avrà inizio la concelebrazione per l’inizio del suo ministero episcopale. Una lunga cerimonia che sarà presieduta nella prima parte da mons. Papa appena congedato dalla diocesi tarantina. Quindi il passaggio del pastorale – lo stesso donato la notte di Natale del 68 da papa Paolo VI a mons. Motolese. Santoro vestirà il camice che fu indossato da papa Pio XII: hanno studiato entrambi al seminario di Capranica. Duecento i sacerdoti concelebranti. Santoro è originario di Carbonara, ma arriva da Petropolis, in Brasile. Alla celebrazione prenderanno parte anche il vescovo della diocesi di Castellaneta Fragnelli, il vescovo di Oria Pisanello, mons. Tempesta da Rio de Janeiro e il cardinale Salvatore De Giorgi. A seguire la cerimonia anche un’emittente brasiliana. Saranno offerti tre cesti di viveri: andranno ad arricchire la mensa dei poveri alla quale mons. Santoro farà visita il giorno dell’Epifania per poi recarsi dagli ammalati del SS. Annunziata. Giorno 8 l’incontro col laicato; il 15 la visita ai detenuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche