23 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Settembre 2021 alle 21:06:00

Cronaca

Emergenza continua. Ieri un’altra rapina

TARANTO – Ennesima rapina, ieri sera in città. L’emergenza continua. Un bandito solitario è entrato in azione, poco prima dell’orario di chiusura, in un supermercato di via Maturi. Erano le venti quando il malvivente, che aveva il volto coperto da una sciarpa di colore nero ed era armato di pistola, ha colto di sorpresa una dipendente dell’esercizio commerciale. Dopo aver puntato l’arma alla schiena della malcapitata si è fatto consegnare i soldi che erano custoditi in due registratori di cassa.

Il malfattore, che ha portato via un bottino non ancora quantificato, è fuggito a piedi eclissandosi nelle vie adiacenti. Non è certo se ad attenderlo ci fosse una complice al volante di una macchina o alla guida di una moto. La dipendente del supermercato ha dato subito l’allarme e subito dopo la telefonata alla centrale operativa della Questura, in via Maturi sono intervenuti i poliziotti della Squadra Volante. Gli agenti hanno raccolto tutti gli elementi utili per identificare il bandito che ha messo a segno la rapina. Indagini sono state avviate anche dai poliziotti della Squadra Mobile. A distanza di qualche giorno tornano a farsi vivi in città, i rapinatori. Prima di Capodanno un malvivente che aveva messo a segno un colpo ai danni di un distributore di carburanti, era stato bloccato da alcuni passanti e picchiato. Il malfattore era però riuscito a fuggire. Il giorno successivo in poche ore erano finiti nel mirino supermercati di Lama e di Carosino. Nella stessa serata altri malviventi avevano tentato di rapinare e ferito a coltellate un giardiniere che stava eseguendo lavori in una villa di Castellaneta Marina. Dopo averlo minacciato con un coltello gli avevano intimato di consegnare il portafogli ma il giardiniere aveva reagito ed era stato ferito con tre fendenti ad un polpaccio. I malfattori erano fuggiti a mani vuote e il malcapitato era stato soccorso e condotto in ospedale. Il giorno dopo, invece, era toccato ad una donna tarantina. In via Galilei era stata avvicinata da due rapinatori e, secondo la denuncia presentata ai militari dell’Arma, era stata costretta a salire in macchina. I due malviventi si erano impossessati della borsa, probabilmente dopo aver narcotizzato la proprietaria. La poveretta, quando si era presentata nella caserma dei carabinieri era in stato confusionale. Aveva riferito agli investigatori che i due sconosciuti l’avevano rapinata dopo averle fatto inalare una sostanza soporifera. Sull’episodio stanno indagando i carabinieri del Comando provinciale. Ieri sera un ennesimo colpo nel capoluogo jonico ai danni di un supermercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche