29 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 29 Novembre 2020 alle 15:43:40

Cronaca

“Allarmismo e false notizie provocano solo danni al turismo”

Il presidente Att Irene Lamanna: “Bisogna monitorare lo stato di salute del nostro territorio ma senza facili isterismi”


TARANTO – “E’ doveroso mantenere la guardia alta, ma è altrettanto fondamentale non cadere nell’allarmismo che danneggia ancora di più l’immagine di Taranto”. A parlare è Irene Lamanna, presidente di Taranto Turismo, dopo l’episodio del “mare rosso a Lama” per via della presenza di una particolare alga.

“Bisogna monitorare instancabilmente lo stato di salute del nostro territorio, ma senza facili isterismi: queste notizie allarmistiche, diffuse senza una verifica attenta, creano danni significativi alla città. La vicenda Ilva, come tutti sanno, ha già penalizzato fin troppo il settore turistico che non deve risentire anche delle conseguenze di allarmi basati su ipotesi infondate. Non può e non deve essere un semplice dubbio a destare preoccupazione nella cittadinanza e paura nei turisti che potrebbero aver scelto il nostro capoluogo come meta delle loro vacanze. Bisogna approfondire qualunque informazione prima di spacciarla come verità o, peggio, come ipotesi”.

Irene Lamanna, inoltre, chiarisce che “il lavoro delle eco-sentinelle è encomiabile per la passione e l’amore verso la città che è alla base del loro impegno, ma bisogna fare attenzione a non trasformarlo in un tribunale dell’inquisizione che poi potrebbe anche diventare controproducente per l’intero territorio".

"La speranza – ha concluso il presidente di Taranto Turismo – è che nel futuro l’attenzione alla condizione dell’ambiente sia accompagnata anche da un’attenzione alla verifica delle informazioni diffuse che, tuttavia, dovrebbe essere prerogativa di giornalisti e addetti al settore della comunicazione (tenuti per deontologia a verificare tutto quello che raccontano) e non di utenti di social network o, peggio, di dannosi propalatori di bufale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche