Cronaca

Isola blindata per l’arrivo di monsignore


TARANTO – Arriva il nuovo arcivescovo. Città blindata domani per le cerimonie di accoglienza di mons. Filippo Santoro. Il Borgo antico sarà praticamente off-limits dalle due del pomeriggio fino alle sei e i percorsi dei bus subiranno delle modifiche: “le linee 1/2, 3, 6, 8, 14, 16, 20, 21, 27, 28, termineranno la corsa in via Margherita. Le linee 14,16, 20, 21, 27, 28 si sposteranno per effettuare capolinea sul Lungomare, da dove ripartiranno differenziando l’orario di partenza previsto di 10 minuti” ha fatto sapere l’Amat. Mons. Santoro, dopo aver attraversato Mar Grande, sbarcherà, intorno alle 16,30 al canale navigabile per essere accolto in piazza Castello dal sindaco.

Quindi la visita in Cattedrale e, alle 19, l’arrivo in Concattedrale per la concelebrazione Eucaristica che segnerà l’inizio del suo ministero episcopale. La polizia municipale garantirà il servizio dalle 12 alle 20. Per quanto concerne il servizio di viabilità, la disciplina del traffico e il rispetto dei divieti di sosta all’ingresso del Porto Mercantile dalle ore 12.00 di domani e fino a cessato bisogno: dalle ore 14,30 alle ore 18,30 è prevista la deviazione del traffico veicolare proveniente da SS. 7 – SS.106 e Q.re Tamburi e diretto verso la Città Vecchia per Ponte A. Moro; dalle ore 14.30 alle ore 18,30 deviazione del traffico veicolare proveniente dalla Città Nuova e diretto in Città Vecchia a partire da Via Margherita con presidio dall’intersezione di Via Margherita con Via Pitagora-Umberto e Matteotti. Annunciati anche servizi di sgombero veicoli nelle seguenti zone della Città Vecchia e Nuova dalle ore 12 e fino a cessato bisogno: Largo Arcivescovado-Ingresso Cattedrale-Via Duomo- Scesa Vasto-Banchina Mar Piccolo-Via Garibaldi (Chiesa San Giuseppe); V.le M. Grecia antistante Concattedrale- Via Blandamura (ambo i lati da M. Grecia a Via Gobetti)-Via Lacaita ( tratto M. Grecia/Gobetti)-Via Gobetti (tratto Lacaita/Blandamura)-Via Venezia (tratto Ancona/Lojacono). I pannelli luminosi presenti in città segnaleranno i percorsi alternativi suggeriti. Il presidente dell’Ance Confindustria, Antonio Marinaro, rivolge a mons. Santoro una lettera aperta. “Ci attendiamo un segnale di rinnovata fiducia da parte del nostro nuovo Arcivescovo la sua nomina giunge in un clima di evidente drammaticità della nostra terra. Apprendiamo che, vescovo amatissimo della città di Petropolis, in Brasile, Mons. Santoro, ama confrontarsi con la sua gente, toccare con mano le loro difficoltà. Se è così lo attendiamo nei nostri cantieri, tra le nostre maestranze dove c’è ancora bisogno di un segno di speranza”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche