27 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Gennaio 2021 alle 15:19:23

Cronaca

IdV: “Un piano di prevenzione per i lavoratori dell’Ilva”

La richiesta punta a rimettere al centro del dibattito i temi della salute


“Rimettere al centro la salute. Chiediamo risposte sul trasporto dei malati oncologici, liste d’attesa e piano di prevenzione per i lavoratori Ilva. Per un anno abbiamo sentito parlare di Aia, impianti, tecnologie, esigenze produttive. Ora è il momento che nella vertenza Ilva di Taranto diventino centrale i più importanti e trascurati degli elementi in gioco: le vite dei tarantini, con i loro diritti esistenziali e sanitari”. Lo afferma Luciano Pisanello, tarantino e responsabile organizzativo nazionale dell’Italia dei Valori in riferimento alla situazione delicata della sanitò ionica.

“È intollerabile che Taranto sia in cima alle preoccupazioni della politica quando si tratta di calcolare quanto strategica sia la sua area industriale rispetto al Pil nazionale, ma i suoi abitanti scompaiano quando invece si tratta di affrontare e sanare un disastro ambientale e sanitario. È una delle ragioni per le quali tra qualche settimana il nostro segretario nazionale, Ignazio Messina, istituirà in riva allo Jonio un “presidio di legalità””.

Secondo l’Italia dei Valori bisogna “vigilare affinché questa terra conosca davvero Giustizia. Ciò esige risorse concrete, interventi reali – dice Pisanello. Penso, ad esempio, all’annosa questione del trasporto dei pazienti oncologici come alle interminabili attese dell’ospedale Moscati, nonostante l’encomiabile impegno degli operatori sanitari del plesso sanitario. Ecco, se il 2014 deve essere l’anno di Taranto, come programmaticamente annunciato dal governatore Vendola – sottolinea il segretario nazionale dell’Idv – è dalla salute dei tarantini che bisogna cominciare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche