15 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Aprile 2021 alle 16:13:34

Cronaca

Raffica di controlli fino a mezzanotte a Martina Franca

Duplice obiettivo: garantire sicurezza agli esercizi commerciali ed ai cittadini al rientro a casa. Le foto


Raffica di controlli nella serata di sabato da parte dei Carabinieri della Compagnia di Martina Franca.

Le operazioni, iniziate alle 18:00, sono andate avanti fino alle 24:00, comprendendo quindi da un lato la fascia oraria di chiusura degli esercizi commerciali (allorquando essendo maggiore l’incasso della giornata, è più probabile che si verifichino le azioni delittuose) e, dall’altro lato, la fase di rientro dei cittadini presso le proprie abitazioni, momento in cui gli stessi possono diventare facile bersaglio per la delinquenza “da strada”.

Nel dispositivo sono stati impiegati in tutto 14 uomini a bordo di 5 gazzelle e di 2 auto “civetta” e sono stati coinvolti, oltre alla stazione Carabinieri di Martina Franca e al Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, anche le stazioni Carabinieri di Grottaglie e Montemesola che hanno fornito uomini e mezzi fatti confluire nella città della Valle d’Itria.

Durante le operazioni sono state controllate 8 persone sottoposte al regime degli arresti domiciliari e 4 sorvegliati speciali di Pubblica Sicurezza. Sono stati effettuati numerosi posti di controllo sia nelle strade commerciali che sulle arterie stradali che possono costituire via di fuga dei malviventi (via Taranto, via Locorotondo e via Villa Castelli) durante i quali sono stati controllati 26 veicoli con a bordo 45 persone in totale, venendo eseguite anche 5 perquisizioni personali e veicolari sul posto.

Dopo la chiusura degli esercizi commerciali sono stati passati al setaccio anche due circoli privati e una sala giochi al fine di verificare la correttezza delle autorizzazioni e identificare le persone che si trovavano all’interno. Tali controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni al fine di aumentare la percezione di sicurezza della cittadinanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche