12 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Maggio 2021 alle 07:11:00

Cronaca

Maricentro ora sia aperto alle nuove “leve” del calcio

La Fondazione Taras torna a chiedere l’uso delle strutture


Le strutture sportive di Maricentro per le nuove “leve” del calcio. A rivolgersi alla Marina  è la Fondazione Taras che chiede l’utilizzo delle strutture.

“Nell’ambito delle iniziative programmate per dare piena attuazione al suo statuto fondativo, l’A.p.s. Fondazione Taras 706 a.C. intende manifestare pubblicamente il proprio interesse a ottenere l’utilizzo delle strutture sportive situate all’interno del comprensorio di Maricentro, oggi affidate alla gestione del Comando della Marina Militare”.

Viene sottolineato come “tra gli obiettivi qualificanti della missione associativa della Fondazione Taras figura l’educazione delle giovani generazioni ai valori etici e solidali dello sport. Un simile percorso educativo deve passare anche attraverso il recupero del legame socio-culturale col territorio”.

Né sfugge come “in un contesto urbano assai carente sotto il profilo delle infrastrutture sportive, la dotazione infrastrutturale di Maricentro appare un bene prezioso che, nella visione di città della Fondazione Taras, dovrebbe essere reso fruibile alla cittadinanza”.

Per questo, la Fondazione fa sapere che, dopo colloqui informali con il Comando locale, aveva presentato già lo scorso 3 maggio una richiesta ufficiale per ottenere l’utilizzo pluriennale del campo sportivo e degli spogliatoi di Maricentro. Nei progetti della Fondazione, che oggi raccoglie e rappresenta le aspettative e la volontà di circa duemila cittadini e tifosi tarantini, quelle strutture sarebbero impiegate per gli allenamenti delle formazioni del settore giovanile del Taranto F.C. 1927 (la cui gestione, come noto, è stata affidata alla stessa Fondazione nell’estate del 2013) e per iniziative e manifestazioni con finalità sociali che coinvolgerebbero l’intera cittadinanza, con particolare riguardo all’educazione allo sport e alla socialità delle giovani generazioni.

“Dopo iniziali e non risolutivi contatti con Maricentro (alla prima richiesta della Fondazione aveva fatto seguito una risposta interlocutoria del Comando locale dell’11 giugno; quindi era intervenuta una nuova sollecitazione della Fondazione dell’11 luglio), lo scorso 24 dicembre, il presidente della Fondazione, Claudio Andriani (nella foto in alto), ha inoltrato un’ulteriore richiesta al Dipartimento Militare Marittimo dello Jonio e del Canale d’Otranto – all’attenzione del Cinc N.H. A.S. Ermenegildo Ugazzi – e, per conoscenza, al Centro Selezione Addestramento e Formazione del Personale Volontario della Marina Militare I. Castrogiovanni di Taranto, al sindaco e al prefetto”.

Nella missiva è stata ribadita l’intenzione di richiedere l’utilizzo delle strutture di Maricentro secondo tempi e modalità da concordare con il Comando locale, “in modo da non intralciare le legittime esigenze del personale militare”. Dalla fondazione l’auspicio “che le richieste ufficialmente inoltrate nei mesi scorsi siano valutate con favorevole attenzione da parte delle istituzioni locali della Marina Militare, così da rilanciare un percorso di proficua collaborazione tra la Marina e la città”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche