Cronaca

Marò, vertice tra i ministri. “Torneranno presto a casa”

Convocati da Letta i ministri degli Esteri, Emma Bonino e della Difesa, Mario Mauro


ROMA – Il presidente del Consiglio Enrico Letta ha riunito i ministri degli Esteri, Emma Bonino, e della Difesa, Mario Mauro, a palazzo Chigi, sulla vicenda dei marò.

La riunione interministeriale è svolta prima dell’inizio del Consiglio dei ministri.

“Stiamo attendendo la decisione della Corte suprema indiana, poi faremo tutti i passi necessari. Siamo molti vicini ai marò e il governo farà tutto quello che può e deve perché i tornino”. E’ il commento del ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri che ha parlato del caso dei due italiani detenuti in India con la stampa italiana accredita a Mosca. Cancellieri si trova in Russia per partecipare al Consiglio di Partenariato Permanente Ue-Russia su “Libertà, Sicurezza e Giustizia. tornino”.

Il ricorso dell’Italia alla Corte Suprema indiana sul caso dei due marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone comincia a dare i suoi frutti: a partire da lunedì sarà lo stesso presidente del più alto tribunale indiano ad esaminare la “petition” italiana volta a sbloccare l’intricata situazione dei due fucilieri di Marina.

Primi spiragli, insieme con le indiscrezioni di ieri secondo cui s’allontanerebbe il rischio della pena di morte, che a Roma suscitano un cauto ottimismo ma che non permettono ancora un calo dell’attenzione da parte di tutte le istituzioni coinvolte in prima linea.
Il ministro degli Esteri Emma Bonino incontrerà nelle prossime ore l’inviato speciale del governo Staffan De Mistura, rientrato oggi da New Delhi, e lunedì solleverà la questione al Consiglio esteri Ue a Bruxelles.

Il ministro della Difesa Mario Mauro avverte che tra Italia e India “molto è già cambiato” e spiega che la delegazione di parlamentari che presto si recherà a New Delhi manifesterà l’“indi-gnazione italiana”.

Indignazione che in Italia continua a crescere, come continua a montare l’onda anti-indiana con l’invito da più parti, soprattutto da esponenti delle opposizioni, a boicottare tutte le manifestazioni organizzate in Italia per la Festa della Repubblica indiana la settimana prossima.

Lunedì quindi il presidente della Corte Suprema indiana, P. Sathasivam comincerà ad esaminare il ricorso presentato dall’ambasciatore Daniele Mancini a nome di Latorre e Girone, bloccati in India da quasi due anni. Alla prima udienza, in cui l’avvocato dei due maro’ Mukul Rohatgi chiederà iniziative concrete, ne seguirà una seconda in cui la parola passerà al rappresentante dello Stato indiano.

Quindi il giudice potrà decidere il da farsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche