15 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Giugno 2021 alle 17:29:48

Cronaca

Discarica Mater Gratiae Ilva, nuovo esposto in Procura

L'ha presentato il Presidente del Fondo Antidiossina Fabio Matacchiera


Il presidente del Fondo Antidiossina Onlus, Fabio Matacchiera, ha consegnato ai carabinieri del Noe di Lecce un esposto integrativo (dopo quello del 19 dicembre scorso) sulle ''probabili criticità in atto all'interno dell'area della discarica Ilva, ubicata tra i comuni di Taranto e di Statte'', e denominata Mater Gratiae.

L'esposto, spiega Matacchiera in una nota, ha lo scopo ''di fornire ulteriori dettagli operativi, in merito alla gestione dei rifiuti nello stabilimento Ilva''.

«A differenza di quanto sostiene l’ILVA a sua discolpa – si legge nella nota diffusa dallo stesso Fabio Matacchiera -, ossia che le aree riprese da satellite non riguardano la discarica “Mater Gratiae”, possiamo invece confermare che le aree in questione ricadono proprio tra quelle gestite da ILVA spa e che sono aree annesse e di servizio alle vasche denominate "ex 2B" (rifiuti speciali non pericolosi) ed "ex 2C" (rifiuti pericolosi) della discarica “Mater Gratiae”. La risposta di Ilva, che fa riferimento alla precisa delimitazione della discarica ed al suo nome esatto, sembra, a nostro parere, un modo per distogliere l’attenzione da quelle che sono le procedure di gestione dei rifiuti in tali aree. Pertanto, sarebbe opportuno che le Autorità Competenti acquisiscano subito dalla Società la documentazione attestante le “caratteristiche planoaltimetriche”, unitamente a quella relativa alla gestione dei rifiuti nelle aree di stabilimento in oggetto ed nelle aree annesse dedicate al deposito temporaneo di rifiuti e sottoprodotti, nonché a quelle relative alle attività di recupero ed alle eventuali autorizzazioni in essere, a prescindere che si chiamino “Mater Gratiae” o meno. Attività rientranti a pieno nelle responsabilità e nelle competenze del Sub Commissario Edo Ronchi, in attuazione delle ultime norme emanate dal Governo».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche