Cronaca

Scoperta una maxi-frode nel settore immobiliare

La Finanza ha individuato una evasione fiscale per due milioni e 700mila euro


SAVA – Scoperta frode nel settore immobiliare: accertata evasione fiscale per due milioni e 700mila euro.

I militari della Tenenza di Manduria hanno eseguito una verifica fiscale nei confronti di una impresa di Sava che opera nel settore della costruzione e della compravendita di immobili residenziali.

L’impresa ha sottratto all’Erario una fetta rilevante del volume d’affari, occultando i contratti preliminari stipulati al momento della compravendita ed incassando buona parte del prezzo pattuito “in nero”, sotto forma di ingenti somme di denaro contante versate dagli acquirenti degli immobili.

L’attività dei finanzieri ha consentito di ricostruire l’effettivo valore di compravendita degli immobili con l’esame di documentazione extra-contabile e riscontri eseguiti anche nei confronti dei singoli clienti. E’ emerso un sofisticato sistema di elusione della normativa fiscale in materia di deducibilità di interessi passivi nonché l’irregolare trattamento tributario di una permuta di immobili di rilevante valore, che hanno consentito all’impresa di abbattere ulteriormente e in modo indebito il proprio prelievo fiscale. Denunciato il titolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche