28 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Settembre 2021 alle 23:58:00

Cronaca

Taranto si sveglia al gelo


TARANTO – La città dei due mari si é svegliata al gelo con temperature vicine allo zero e venti di Tramontana. Forse il primo vero freddo di questo inverno. Le correnti di aria gelata che arrivano dal Nord mantengono il territorio ionico in condizioni instabili, ma la situazione tornerà temperata dopo mercoledì. Stamattina così come era accaduto sabato a Paolo VI, sono caduti i primi fiocchi di neve nella provincia, da Castellaneta, Mottola a Martina.

“Non si tratta proprio di neve – spiega Mauro Romandini dell’Osservatorio Isaac Newton di Uggiano Montefusco – nello specifico si chiama “graupel”: é un fenomeno che si caratterizza tra la pioggia e la grandine. Guardando il cielo sembra di vedere la neve, sembrano chicci di riso, ma si tratta di palline di ghiaccio. Questa precipitazione si verifica con temperature positive a livello del suolo, come oggi in cui, nel territorio ionico, la minima va dai 4 ai 7 gradi. Due gradi a Martina”. Il termine deriva dal tedesco e significa “pioggia ghiacciata” o “grandine leggera”. Solo a Martina, dove l’altitudine è diversa e le temperature sono più vicine allo zero sono caduti veri e propri fiocchi di neve. Quello di oggi é comunque un freddo che rientra nel clima invernale. “Anche se fa molto freddo, non possiamo parlare di “emergenza gelo” – spiega ancora Romandini – le temperature non arrivano sotto lo zero. Quando le perturbazioni arrivano dai Balcani, possiamo parlare di emergenza gelo, ma i venti di questi giorni provengono dalla Scandinavia”. Intanto questa mattina gli studenti sono ritornati tra i banchi. Ad accoglierli aule ghiacciate a causa della chiusura delle scuole durante la lunga pausa natalizia. Inoltre a causa degli sbalzi di temperatura sono iniziati anche i primi malanni di stagione e moltissimi tarantini sono alle prese con raffreddori, mal di gola e dolori articolari. Nonostante il freddo, comunque si é placata l’emergenza maltempo che nei giorni scorsi si è abbattuto su tutto il territorio ionico. Oltre alla pioggia, era stato soprattutto il forte vento a causare danni e notevoli disagi, mandando in tilt tutta la provincia e i centralini delle forze dell’ordine, che hanno effettuato diversi interventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche