06 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 06 Maggio 2021 alle 15:58:04

Cronaca

Cocaina per i “figli di papà”, 7 arresti

L’operazione è stata condotta dalla polizia. La centrale per il confezionamento e lo spaccio era in un garage


GROTTAGLIE – Cocaina ed “erba” per i “figli di papà”: sette arresti.

Gli agenti del commissariato di Grottaglie, diretti dal dottor Vincenzo Maruzzella, all’alba di oggi hanno eseguito ordinanze di custodia cautelare nei confronti di giovani compresi tra i 20 e i 27 anni, tutti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta del ventunenne Michael D’Amicis, del ventitreenne Cosimo Santoro, del ventiduenne Vito Sisto, del ventunenne Claudio Crescenzio, del diciannovenne Gianni Marraffa, del ventisettenne Francesco Trivisani e del ventiseienne Donato Gatti. Tranne i primi due, già detenuti in carcere per altra causa, il gip del tribunale ha disposto per tutti gli altri gli arresti domiciliari.

Nell’operazione sono state anche denunciate in stato di libertà altre cinque persone che hanno avuto un ruolo secondario nell’organizzazione.

Le indagini degli investigatori hanno preso spunto da una precedente operazione antidroga, effettuata lo scorso aprile, durante la quale finirono nelle rete Vito Sisto d e  Michael D’Amicis, scoperti all’interno di un garage nel centro cittadino  mentre confezionavano sia cocaina che marijuana. Nel corso del blitz furono sequestrati 24 dosi di cocaina e quasi 100 grammi di marijuana oltre al materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi di sostanza stupefacente.

I successivi accertamenti, supportati anche da continui servizi di appostamento e pedinamento nei confronti dei sospettati, hanno permesso agli investigatori della polizia di accertare che il gruppo di ragazzi aveva avviato nel garage, scoperto in precedenza, una vera e propria centrale di confezionamento e spaccio di sostanze stupefacenti.

Più volte, infatti, erano stati notati entrare ed uscire, con la massima prudenza e circospezione dal luogo posto sotto osservazione con degli involucri presumibilmente contenenti la droga da spacciare. L’intensa attività di osservazione, ha posto in risalto la frenetica attività del gruppo che abitualmente si incontrava anche all’esterno del garage. La prima operazione il 17 aprile scorso.  Il giro di droga a Grottaglie era stati scoperto dalla polizia. Da giorni gli agenti avevano notato in una via del centro di Grottaglie, nelle vicinanze di un garage, uno strano movimento di giovani, scoprendo successivamente che si trattava di una centrale dello spaccio.

Dopo alcune ore di appostamento, gli investigatori avevano visto arrivare una Mercedes con cinque giovani a bordo. Era scattato il blitz e nel garage, nascosti in un mobile, 24 dosi di cocaina pronte lo smercio e sotto il cuscino di un divano, una busta di cellophane contenete circa 100 grammi di marijuana. Perquisita anche l’auto, dove c’erano 150 bustine di plastica utilizzate per confezionare la droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche