14 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Aprile 2021 alle 15:33:27

Cronaca

Stefàno dice no? Pronto a montare le tende al Comune

TARANTO – “Stefàno non può assumersi la responsabilità di spaccare il centrosinistra. Sono disposto a mettere le tende sotto Palazzo di Città nel caso in cui il sindaco decidesse di non fare le primarie”. Il via libera alla consultazione pre-elettorale, per la ricerca del candidato sindaco del centrosinistra, è giunto ieri a Bari, nel corso di un summit convocato dal segretario regionale Sergio Blasi, alla presenza del segretario cittadino e provinciale dei “democratici”. Oggi Francesco Parisi, ospite della nostra redazione, ha spiegato tutti gli step che porteranno all’indizione delle primarie non mancando di lanciare un appello all’attuale sindaco di Taranto Ippazio Stefàno.

Segretario, allora è ufficiale. Si faranno le primarie. “Si ma non è una novità. Noi del Pd abbiamo sempre sostenuto la validità e la genuinità delle primarie. Sono utili ad allargare la coalizione ed a sanare le fratture, ricomponendo il frazionamento politico della città”. Dalle sue parole traspare un certo ottimismo. Ma gli altri partiti saranno del vostro stesso avviso? “Pensiamo che i partner del centrosinistra non possano sottrarsi al confronto nelle primarie. Stiamo lavorando da più di un mese con i tavoli del centrosinistra. Ora dobbiamo concludere questo processo nella consapevolezza che il Pd vuole governare la città”. Qual è il prossimo step? “Entro questa settimana si terrà il tavolo del centrosinistra. Volevo convocarlo già per oggi ma ho preferito rispettare Sel che in serata tiene l’assemblea provinciale. Ad ogni modo, gli altri partiti dovranno dare la propria disponibilità a svolgere le primarie”. Tutto chiaro ma con Stefàno come la mettiamo? Gli Sds pare non vogliano sentir parlare di primarie. “Stefàno non può assumersi la responsabilità di spaccare il centrosinistra. Sono disposto a mettere le tende sotto Palazzo di Città nel caso in cui il sindaco decidesse di non fare le primarie. Abbiamo chiesto, a più riprese, rispetto da parte di Stefàno. Le primarie sono uno strumento leale. Un confronto in cui chi perde, un minuto dopo, è pronto a sostenere chi ha vinto”. Non crede si possano generale delle difficoltà nel far capire all’elettore del centrosinistra che contemporaneamente governate al Comune con Stefàno ed allo stesso tempo siete contrari ad una sua ricandidatura a sindaco? “Abbiamo sempre detto che non si tratta di un problema amministrativo ma squisitamente politico. Una città come Taranto ha bisogno di raccogliere le sfide che il territorio offre. C’è bisogno di una classe politica forte ed unita. Per questo credo che, così come il Pd ha avuto rispetto di Stefàno e della città, oggi il sindaco debba avere rispetto del Pd e degli altri partiti del centrosinistra confrontandosi nelle primarie”. E sulle candidature del Pd? Ce ne sarebbero due in ballo. Sceglierete uno tra Pelillo e Capriulo? “Anche se lo statuto del Pd prevede che possano partecipare alle primarie anche più di un esponente del partito, credo sia utile che il Partito democratico vada alle primarie con un’unica candidatura. Credo sia necessario far decidere agli organi dirigenti del partito”.

Fabio Mancini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche