28 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Novembre 2021 alle 08:11:24

Cronaca

Sala: “I tassisti tarantini non vanno penalizzati”

La questione relativa alle tariffe fatte pagare ai tassisti ionici per accedere all’aeroporto del Salento di Brindisi


TARANTO – Il consigliere regionale Arnaldo Sala (Fi) chiama il Comune di Taranto sulla questione relativa alle tariffe fatte pagare ai tassisti ionici per accedere all’aeroporto del Salento di Brindisi.

Un aeroporto che al momento serve anche le province di Taranto e Lecce e quindi non si capisce perchè per i tassisti brindisini non è previsto alcun pedaggio, mentre per gli ionici sì.

Un tema che è già finito all’attenzione dell’assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini, secondo il quale “la viabilità sui piazzali delle aerostazioni civili è di competenza della Direzione territoriale Enac competente, sentita la società di gestione, nel caso specifico Aeroporti di Puglia, che deve garantire i flussi veicolari in entrata e in uscita negli aeroporti aperti al traffico civile”.
Sempre secondo l’Assessore Giannini, nel caso dell’aeroporto di Brindisi la circolazione è regolamentata dalla circolare Enac che dispone che “ad effettuare il servizio di piazza sono i titolari di licenza per servizio taxi rilasciata dal Comune di Brindisi”.

“Siamo alle solite – commenta Sala – appena c’è di mezzo il trasporto aereo non si sa perché, o forse in molti a Taranto lo hanno capito da un pezzo, tutto il territorio jonico viene puntualmente penalizzato! Non si capisce perché, nel momento in cui la Direzione Enac abbia concordato con Aeroporti di Puglia la circolare per regolamentare l’accesso al piazzale dell’aeroporto messapico, non abbia previsto il libero accesso anche ai tassisti tarantini e leccesi che dovrebbero accedere solo per lasciare o prelevare passeggeri dei loro comuni, non certo per permanervi facendo concorrenza ai colleghi brindisini”.

“Devono essere i Comuni a realizzare un’intesa per l’accesso all’aerostazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche