26 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2020 alle 06:19:08

Cronaca

Fa il pieno con soldi falsi, bloccato dalla polizia

Un automobilista è stato prima inseguito dal gestore dell’area di servizio e poi fermato dagli agenti della Squadra Volante


Paga il pieno di carburante con soldi falsi: inseguito, bloccato e denunciato. I poliziotti della Sezione Volante nel pomeriggio di ieri hanno segnalato in stato di liberta, un giovane di origine barese, per spaccio di banconota falsa.

Un suo amico, invece, è stato segnalato per aver fornito agli agenti false generalità.

Intorno alle 17  la sala operativa della questura ha ricevuto una telefonata da parte del gestore di una stazione di carburanti che ha riferito di essersi posto all’inseguimento di un auto, un’Alfa 145 di colore blu,  con quattro giovani a bordo.

Il gestore lamentava il fatto che il conduucente dell’Alfa dopo aver fatto rifornimento di carburante aveva pagato con una banconota da 50 euro, palesemente taroccata, per poi ripartire a gran velocità. La prontezza del benzinaio, che, come detto,  si era subito posto al loro inseguimento, ha permesso poia gli agenti di intercettare i fuggitivi sul ponte Punta Penna.

I poliziotti dopo averli fermati li hanno condotti negli uffici della questura, dove, nel corso dell’identificazione, hanno accertato che uno dei quattro giovani aveva  inizialmente fornito false generalità. Dopo le formalità di rito i due giovani sono stati denunciati in stato di libertà.

Sempre ieri, intorno alle 19, un equipaggio della Sezione Volante è intervenuta in corso Italia a seguito di una segnalazione di soccorso giunta alla sala operativa 

Alcuni passanti che transitavano in zona hanno notato un’anziana donna affacciata al balcone di un appartamento di un palazzo che, appoggiata al passamano del terrazzino, chiedeva aiuto. Gli agenti, arrivati sul posto hanno raggiunto il piano dov’era ubicata l’abitazione, accertando che in quella casa c’erano due coniugi, la donna di 93 anni e suo marito di 102 anni.

Gli agenti hanno forzato la porta d’ingresso e hanno soccorso l’anziana donna, che si era appoggiata sul passamano del balcone, probabilmente dopo  un malore. L’hanno quindi salvata. Subito dopo con l’intervento dei soccorritori del 118 l’anziana è stata condotta in ospedale per accertamenti al termine dei quali è stata dimessa. Infine, a Monteiasi, durante i controlli a tappeto eseguiti dai carabinieri di Grottaglie, a caccia di armi. è stato denunciato un uomo per detenzione illegale di fucili.

Nei giorni scorsi i carabinieri della Stazione di Grottaglie hanno  proceduto ad una serie di controlli amministrativi per la verifica delle modalità di detenzione delle armi  da sparo e dei requisiti previsti dalla normativa vigente. Nel corso di una delle verifiche eseguita a Monteiasi i militari dell’Arma hanno trovato quattro fucili da caccia e una pistola regolarmente detenuti, ma durante l’attività ispettiva hanno rinvenuto altre armi lunghe. In particolare, sono state trovate due doppiette, un fucile monocanna e una doppietta avancarica.
Le armi sono state sottoposte a sequestro e ora sono in corso accertamenti per ricostruire i passaggi di proprietà e conoscere i nomi dei vecchi possessori.

Un pensionato di 66 anni, incensurato, è stato segnalato all’autorià guidiziaria per il reato di detenzione illegale di armi da sparo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche