Cronaca

Pistola e droga nell’autorimessa, blitz in centro

Sequestrati dai carabinieri tre chili di hashish, dosi di cocaina e una calibro 45 “magnum”


Aveva nascosto una pistola, cocaina e hashish nell’autorimessa in cui lavorava.

Antonio Bucci, trentasettenne già conosciuto dalle forze dell’ordine, è finito nella trappola tesa dai carabinieri del Nucleo Investigativo del comando provinciale.

Gli investigatori diretti dal tenente colonnello Giovanni Tamburrino e dal capitano Fabio Bianco durante un lungo servizio di appostamento nei pressi di una autorimessa situata nel Borgo, in via Falanto,  hanno notato un sospetto andirivieni di giovani che nulla aveva a che fare con l’attività del garage a pagamento. Dopo aver ipotizzato che alla base del continuo viavai potesse esserci lo spaccio di droga ieri pomeriggio i militari in borghese della caserma di viale Virgilio hanno deciso di entrare in azione.

Hanno eseguito una perquisizione ala presenza del titolare dell’autorimessa che era all’oscuro  dell’attività illecita di Bucci, suo stabile collaboratore e l’unico ad avere libero accesso al garage. I carabinieri hanno trovato quello che cercavano.

Hanno rinvenuto, all’interno di una intercapedine ricavata in una parete in cartongesso, una pistola semiautomatica calibro 45 magnum di fabbricazione cinese, con la matricola parzialmente limata, completa di caricatore e 10 cartucce dello stesso calibro. Nell’intercapedine erano stati nascosti anche  30 panetti di hashish,  ben sigillati e con il marchio “Gold” per un peso di 3 chilogrammi e un barattolo n vetro con all’interno 13 dosi di cocaina termosaldate del peso di 18 grammi. Dopo aver messo le mani su pistola e carico di droga si sono appostati all’esterno dell’autorimessa . Pochi minuti dopo, Antonio Bucci, è piombato sul posto, probabilmente avvertito da qualche giovane che aveva notato i militari dell’Arma e, dopo essersi avvicinato al nascondiglio, ha constatato con estremo stupore che la pistola e la droga erano sparite.

A quel punto ha tentato di allontanarsi dall’autorimessa ma i  militari lo hanno subito bloccato e condotto in caserma. Il trentasettenne è stato arrestato per detenzione illegale di arma da fuoco e di munizioni e per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente e condotto nella  casa circondariale di largo Magli, a disposizione del pm di turno dott.ssa Lucia Isceri.

La pistola sarà inviata al Ris di Roma per un esame balistico. Gli specialisti del Raggruppamento investigazioni scientifiche dovranno accertare se l’arma sia stata  utilizzata  in episodi criminosi avvenuti negli ultimi tempi in città. Hashish e cocaina sono state invece consegnate al Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del comando provinciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche