21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 09:30:12

Cronaca

Tenta rapina a benzinaio ma finisce in trappola

TARANTO – “Dammi i soldi o saranno guai!”. Il rapinatore minaccia il benzinaio del distributore Total Erg situato tra Porta Napoli e i Tamburi ma interviene una “gazzella” dei carabinieri e lo arresta. Particolarmente sfortunato il malvivente che, nelle prime ore di stamattina, ha tentato un colpo in una zona “calda” della città, facendo credere alla vittima di essere armato. Erano le sei e un quarto quando una pattuglia di carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Taranto ha fatto scattare le manette ai polsi di Andrea Efato, venticinquenne tarantino già conosciuto dalle forze dell’ordine, per aver tentato di rapinare, a volto coperto, il distributore di carburanti di via Colombo. Durante l’assalto Efato ha tentato di farsi consegnare l’incasso dal gestore.

“Ho la pistola nella tasca del giubbotto” ha urlato alla vittima. Il gestore però si è opposto e ha chiesto aiuto. Il malfattore si è allontanato ma non è riuscito a fare molta strada in quanto, il rione Tamburi, com’è noto, da giorni è pieno di pattuglie di forze dell’ordine. Un equipaggio di carabinieri è intervenuto tempestivamente ed è riuscito a bloccare il venticinquenne mentre correva in una via adiacente. Fondamentali per la cattura del malvivente la presenza in zona delle “gazzelle” del Comando provinciale dell’Arma ma anche la reazione del benzinaio. Andrea Efato non ha avuto scampo ed una volta acciuffato dai militari diretti dal tenente Pietro Laghezza è stato condotto nel caserma di viale Virgilio. Una breve sosta negli uffici del Comando provinciale e il trasferimento nel carcere di largo Magli, a disposizione del magistrato inquirente. Nonostante i continui controlli eseguiti dalle forze dell’ordine nel quartiere Tamburi dopo l’omicidio della guardia giurata Francesco Malcore, i rapinatori, con una certa spavalderia, colpiscono, così come accaduto poco dopo l’alba di oggi, ma finiscono nella trappola dei militari dell’Arma. Dal giorno del delitto del vigilante avvenuto durante un colpo a un portavalori messo a segno davanti ad un istituto di credito di via Orsini, sono almeno cinquanta i carabinieri che quotidianamente effettuano mirati servizi anticrimine nella periferia nord del capoluogo. E stamattina proprio tra Porta Napoli e il rione Tamburi è fallito l’assalto all’area di servizio e l’autore è stato immediatamente preso dai militari della Compagnia di Taranto. Il venticinquenne tarantino Andrea Efato, come detto, è finito nella casa circondariale con l’accusa di tentativo di rapina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche