22 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Settembre 2021 alle 16:52:00

Cronaca

Proiettile calibro 22 all’Equitalia di Taranto

TARANTO – Una busta contenente un proiettile calibro 22 è stata spedita alla sede di Equitalia di Taranto. Questa mattina la scoperta: ad insospettire chi ha preso la busta è stato il fatto che il nome del destinatorio fosse stato scritto utilizzando un normografo. Da qui è scattato l’allarme, confermato poi dal fatto che nella busta ci fosse effettivamente un proiettile. Non risultano, al momento, rivendicazioni. Sul posto sono subito giunti gli uomini della Digos che hanno preo in consegna il plico. Ad aprire la busta sospetta è stato l’Artificiere della Questura, che ha adottato le necessarie cautele e misure di sicurezza. La pallottola è stata ovviamente repertata e verrà esaminata da un perito già nei prossimi giorni.

Dell’episodio è stata subito informata la procura della Repubblica. Il caso viene vagliato con il massimo dell’attenzione da parte degli investigatori della Digos, subito arrivati sul posto, perchè si inserisce nel contesto degli ultimi, analoghi, episodi, che si stanno moltiplicando in maniera esponenziale lungo tutta la Penisola. In Puglia, ad esempio, prima della sede di via XX Settembre a Taranto nel mirino è finita l’agenzia di Foggia. Nel contempo, a Lecce sono stati affissi dei finti e macabri manifesti funebri. Proiettili sono stati recapitati negli ultimi tempi a Livorno, Torino, Caserta, Ischia. Il proiettile ritrovato stamattina nel capoluogo ionico è stato immediatamente repertato, per gli accertamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche